Mark Shuttleworth parla di Ubuntu 12.10 e Windows 8

Mark Shuttleworth @ Ubuntu Developer Summit

Ormai chiusi i battenti sulla notizia che più ha tenuto banco in questi giorni, ovvero il rilascio di Precise Pangolin, è arrivato il momento di tirare le somme su quella che Jono Bacon e Mark Shuttleworth non hanno esitato a definire una pietra miliare. E la mente a capo di Canonical in un’intervista ritorna a parlare di Ubuntu 12.04 e Ubuntu 12.10, ma non solo. L’intervista è stata organizzata come sessione di chat su IRC per Ubuntu Classroom, con diverse domande poste dagli utenti; andiamo a vederne alcune.

Perché “GNOME Shell” o “GNOME Classic” non sono installazioni standard per Ubuntu 12.04?

Basandoci sull’esperienza utente, Unity regala un’esperienza desktop migliore per i nostri utenti. Gli utenti possono installare qualunque cosa vogliano dagli archivi. Veniamo *sempre* criticati per questo. Veniamo criticati per usare Firefox e non Epiphany [...] noi facciamo scelte in base a “cosa funziona meglio out of the box per i nostri utenti”, è parte di ciò che rende Ubuntu importante per l’ecosistema open source. È in questo modo che rendiamo l’open source utile per milioni di persone.

Se siete super tecnologici c’è un valore nell’imparare tutto su Linux da qualunque angolo. Provate Arch. Provate Gentoo. Provate Fedora. Provate Debian. Provate Suse. Sono tutte buone. Non è affatto utile trasformare le differenze in un dibattito religioso. [...] Se volete cambiare, dovete giustificare il cambiamento sul campo dell’esperienza, e non dell’ideologia.

Cosa ne pensi di Windows 8? Lo hai provato? Credi si tratti di una grande possibilità per Ubuntu?

Ammiro alcune delle scelte coraggiose di Microsoft. È difficile per loro, e stanno facendo alcune cose molto bene. Non siamo qui perché odiamo tutti gli altri. Siamo qui perché abbiamo una visione del futuro che solo noi possiamo creare. Nessun altro sta cercando di crearlo – né Microsoft(!), né Google, né Red Hat, né Debian, né Arch – perciò, sta a noi costruire quel futuro: libero, sostenibile, bello, e apprezziamo molto il vostro aiuto.

Dove sta andando la ricerca nella Dash? Potrà trovare dati Exif e ID3 in futuro?

Dash vuole leggere nei vostri pensieri, al pari di HUD. Per cui la risposta è “qualunque cosa si adatti alla vostra mente”, e ci saranno conversazioni divertenti all’Ubuntu Developers Summit della prossima settimana. Non ho una roadmap segreta e dettagliata a riguardo, ma il framework consente di inserire qualsiasi risultato vi piaccia.

Canonical ha parlato con Netflix per portare questo servizio su Ubuntu TV?

Netflix è OVUNQUE, perciò credo che sarebbe una conversazione naturale, ma non sono al corrente della situazione, oltre al fatto che non è il giorno per gli annunci.

Ci sono dei piani per portare Marlin al posto di Nautilus per la gestione dei file? Nautilus è davvero brutto con il tema di Ubuntu…

È una buona domanda per l’Ubuntu Developers Summit! Mi piace il team di Elementary, è possibile che potremmo adottare il loro software.

Per chi volesse leggere tutte le domande rivolte a Mark Shuttleworth, è disponibile il log completo della conversazione.

Tag: , , ,

Commenti

  1. [1]

    Probabilmente “l’esperienza utente” di Shuttleworth non è la stessa “esperienza utente” di milioni di utente.
    Ad ogni modo la creatura e sua, è libero di farne ciò che vuole.
    Poi l’utente è libero di scegliere se adottarla o meno.

  2. [2]

    Amen!

  3. [3]

    @Ernesto – probabilmente neanche la tua “Esperienza utente” è quella di milioni di utenti. Io poi non capisco quali statistiche o informazioni avete in mano, voi detrattori di Ubuntu, per affermare certe cavolate. Sicuramente Unity non è piaciuta a molti Linux PowerUsers, ma in cambio ha portato molti nuovi utenti medi. Secondo me quello che a voi da fastidio è che Linux sia usato anche da gente “normale”, perchè in questo modo non potete più fare i fighi. Se la vostra idea di evoluzione del desktop sono cose antiche come la Terra tipo Gnome 2 allora fatevi curare…
    P.S. se volete fare i fighi compratevi una macchina sportiva, la gente comune considera l’informatica solo come uno strumento…

  4. [4]

    Sinceramente non riesco a capire le critiche a Ubuntu e ad altre distro del tipo “ma perchè non inserite questo software, quest’altro o perchè non cambiate DE” … ma insomma, gli sviluppatori forniscono una “distro” e poi sta all’utilizzatore installarsi quello che gli pare e piace … io non uso ubuntu e non ho mai provato Unity per più di 10 secondi ma rimango dell’idea che se un utente preferisse Gnome non deve far altro che installarselo, non è che non esista su ubuntu, non mi pare sia un concetto difficile da capire. Io uso openSUSE e attualmente ho circa 5-6 desktop diversi (gnome, kde, E17, Windowmaker, LXDE e in futuro voglio provare EDE) uso quello che mi piace di più in quel momento.

  5. [5]

    ennesimo appuntamento di
    “la vita, le opere, le scorregge dell’astronauta”.
    Rilancio la roamap segreta di cannonical carpita da Paprika:
    .
    1. il nome di ubuntu
    2. i wallpaper (non ufficiali) di ubuntu
    3. le dichiarazioni di mark (parte 1)
    4. estroflessione di una boiata giusto per tastare il terreno
    5. le dichiarazioni di mark (parte 2)
    6. smentita di mark della boiata di cui sopra
    7. i wallpaper ufficili di ubuntu
    8. dichiarazione di mark (parte 3) e rilascio imminente.
    9. goto 1.
    .
    come da roadmap.

  6. [6]

    Come dice lo stesso marck, loro hanno fatto delle scelte per l’installazione base.
    A me ubuntu non dispiace, la cosa però che non mi convince è che dopo pochi giorni dall’installazione della lts, ci siano ancora parecchi aggiornamenti. Mi sorge il dubbio che non fosse pronta, ma per non dover rimandare, l’hanno buttata nella mischia dei fan per avere altri tester.

  7. [7]

    Boh per me sono discorsi assurdi, non esiste una distro perfetta che metta d’accordo tutti gli utenti, ma ogni distro ha le sue caratteristiche che possono piacere o no, una volta trovata la distro che più si avvicina alle proprie idee e al proprio modo di usare il PC, la si installa e poi ciascuno se la cuce addosso secondo le proprie esigenze, io come ho già detto uso openSUSE ma non è che sia perfetta per me sotto ogni punto di vista, per esempio io faccio molta produzione musicale e quindi dopo essermi installato openSUSE 12.1 mi sono scaricato un bel kernel RT poi tutta una serie di software musicali (Ardour, audacity, tuxguitar, vari filtri audio etc etc etc), è divertente! Dov’è il problema se ubuntu non ha gnome o epifany o un qualunque software? Per me sono tutte chiacchere senza senso.

  8. [8]

    Menomale che sta a loro creare il nuovo ecosistema!.. Che bello!!

  9. [9]

    @giocaldo
    Se la vostra idea di evoluzione del desktop sono cose antiche come la Terra tipo Gnome 2 allora fatevi curare…

    a me unity e gnome shell non piacciono, a chi si ci trova bene non dico che dovrebbero farsi curare anche se forse con gente come te, dal cervello limitato sarebbe il caso di consigliarlo, dicono che l’elettroshock faccia miracoli nell’attivare il terzo neurone a persone che di solito ne usano solo 2

  10. [10]

    @FabioFender, appunto tu usi suse, e come vuole dimostrare telperion, nessuno bombarda gli “user” di suse o di qualsivoglia altra distro che non sia ubruttu, con: le ultime scemenze, la carta igenica di mark che gli si voleva dare un altro giro, ma poi hanno pensato, laltro giro lo darà l’ utente.
    .
    E solo mero marketing per utenti markettari! OK?
    Poi qualcuno ha incertezze se il suo pistolino sia più corto degli altri che si pensa siano più fighi o più sportivi!
    .
    Poi siamo gelosi, odiamo, crescendo vedrete come non avrete manco più voi il tempo per essere gelosi o odiare tenagers che non sanno cosa dicono.

  11. [11]

    @filez – beh direi che anche Ernesto ha avuto la pretesa di considerare la sua opinione come universale quindi non vedo perchè non potrei farlo io…

  12. [12]

    @filez
    “a me unity e gnome shell non piacciono, a chi si ci trova bene non dico che dovrebbero farsi curare”
    Neanche lui ha detto questo. Occhio a quando si interpreta.

  13. [13]

    Ammettendo che fosse vero che bombardino di news gli utenti non vedo come sia un tuo problema dato che non usi Ubuntu.

  14. [14]

    Si ma almeno sapre qual’ è la cura per chi usa Gnome 2. asd.

    Ma poi se quanti per il solo fatto di usare Gnome 2 sono “antichi” come la terra? Chi usa Unity e Moderno?
    Ma fatemi il piacere.

  15. [15]

    “Ammettendo che fosse vero che bombardino di news gli utenti”
    asd
    Ma chi sei? SB o il suo avvocato?
    asd
    asd

  16. [16]

    Ammettendo che fosse vero che bombardino di news gli utenti non vedo come sia un tuo problema dato che non usi Ubuntu.
    .
    Infatti per quello non ci stò su sul forum ubruttu.it.

  17. [17]

    @rchie – si però sei qua a rompere le palle ad ogni notizia su Ubuntu; hai l’atteggiamento di un frustrato invidioso, piantala, vivi e lascia vivere.

  18. [18]

    E poi se non ci fossimo “noi” detrattori di cosa si parlerebbe su OSS.it, forse solo di questo.
    .
    .
    NEWS

    Uscita la nuova Ubruttu, col Wallpapers Giallo bordato di arancione.
    .
    .
    VOI

    Woow.
    .
    Si Bellissimo.
    .
    La miglior distro Linux mai uscita.
    .
    Che bello!
    .
    W ubruttu.
    .
    Forza Ubruttu sei la migliore.
    .
    Gli odiatori odieranno per quanto luccica.
    .
    Ma fatemi il ripiacere. asd. asd. asd.

  19. [19]

    @giocaldo
    .
    Si Invidioso di te e di ubruttu. Siete proprio convinti.

  20. [20]

    @rchie – non ho mai detto che sei invidioso di me e di Ubuntu; ho detto che hai lo stesso atteggiamento di un invidioso frustrato dalla vita… mi spieghi che problemi hai? Guarda che l’informatica non è la cosa più importante della vita, è una passione certo, ma non tale da portarti ad essere così rompipalle e a struggerti per una misera distribuzione Linux…

    “Si Invidioso di te e di ubruttu. Siete proprio convinti.”
    Hai capito benissimo il senso della mia frase, facendo così dimostri solo di essere un bambino piccolo…

  21. [21]

    premetto che sono un utente normale, che usa il computer perchè gli serve e uso il terminale copia-incollando qualche riga.
    Quindi NON uno specialista.
    Detto questo, da M.M. ubuntu NON mi ha creato più nessun problema.
    Ho installato ad amici Ubuntu e funziona a tutti, senza problemi con grande soddisfazione. gente che dopo una settimana aveva , con Windows, rastrellato tutto il malware possibile, telefonando e scocciando, con Ubuntu non ha più chiamato. Tutto va bene.
    Inoltre, Unity, per chi viene da Windows è grandioso.
    Idem software center : un pò lento , forse, ma facile.
    per chi usa il computer NOn per se stesso ( la maggioranza ), Ubuntu è OK.
    faccio un esempio : per lavorare e spostarmi su distanze medio brevi, ho una panda . E’ perfetta, maneggevole, abbastanza spaziosa, gradecole esteticamente e affidabile.
    Un aeereo sarebbe più veloce ma, per le mie esigenze, assolutamente inutile e complesso.
    Ecco, Ubuntu è , per l’Utente medio, affidabile, redditizio e bello.
    Non è poco

  22. [22]

    ma perchè non fate il cavolo che vi pare e la smettete di fracassare i maroni a chi fa il cavolo che gli pare?
    che vi importa chi fa cosa? chi ama i cani sposi chi ama i cani, chi ama i gatti sposi chi ama i gatti. oppure no!

  23. [23]

    Ma chi lo installa ubuntu se c’è già win7 e il futuro win 8..Dai bisogna essere scemi

  24. [24]

    @ILDITTATORE – questione di punti di vista e di gusti…

  25. [25]

    Siamo qui perché abbiamo una visione del futuro che solo noi possiamo creare.
    .
    E meno male che sono gli unici.

  26. [26]

    Chi usa ubuntu è perchè non è in grado di usare windows,quindi sceglie un sistema desktop inferiore (buntu) convinto che sia migliore… In realtà è un ammasso di applicazioni scadenti,grezze e mal coddate.

    L’esempio è ubuntu software center pesante,lento e pieno di bug.

  27. [27]

    Più si va avanti più che i commenti diventano stucchevoli e senza senso. Personalmente seguo da diversi anni questo sito come altri ed era interessante leggere i commenti degli altri e le loro esperienze. Ormai i toni, le discussioni sterili che vengono portate avanti per partigianeria, i commenti imbecilli dei troll che popolano qualsiasi sito d’informazione stanno portando la maggior parte degli utenti a leggere sterilmente le notizie saltando a piè pari i commenti. Il WEB 2 sta morendo!!! Grazie a tutti!!!

  28. [28]

    >>>Siamo qui perché abbiamo una visione del futuro che solo noi possiamo creare.
    .
    E meno male che sono gli unici.
    .
    Questione di onnipotenza, e a quanto dimostra mark l’ astronauta crede di esserlo, d
    ‘ altronde lui in cielo c è stato per davvero, ma sulla luna.
    .
    Che si un lunatico. asd.

  29. [29]

    >>>L’esempio è ubuntu software center pesante,lento e pieno di bug.
    .
    Posso garantire che stanno risolvendo(i bug intendo)torno da casa di un mio conoscente che stava scaricando gli aggiornamenti per il precise pargolino, e mi raccontava che era appena il quinto o sesto pacchetto di aggiornamenti della giornata.
    .
    E mi ha detto va avanti dal primo giorno così, alla faccia della LTS che dovrebbe essere una versione “stabile”.

  30. [30]

    “Chi usa ubuntu è perchè non è in grado di usare windows”
    Windows? Non era Debian? Mi sono perso qualcosa?
    .
    Sul fatto del software center che è lento e pesante sono d’accordo. È sempre stato un mattone, fin da Ubuntu karmic.
    Il problema IMHO è che l’hanno scritto in Python. Magari su un PC moderno non ci si pone il problema, ma su un PC più vecchiotto è un pianto. Ma, dico io: farlo in C++? Troppo faticoso? Che senso ha ridurre i tempi di boot, se poi sviluppi applicazioni poco prestanti, a causa di scelte progettuali fatte ad minchiam?

  31. [31]

    I rilasci di ubuntu sono spesso (per non dire sempre :-) ) buggati per il semplice motivo che si preferisce dare precedenza al rispetto della scadenza schedulata … altri invece preferiscono rilasciare quando le cose sono pronte … ad esempio Fedora 16 rilasciata con due settimane di ritardo rispetto alla roadmap, tempo necessario per chiudere alcuni bug ancora aperti e fixare l’aggiornamento non completato di diversi pacchetti…
    Immagino questo faccia parte della visione del futuro che solo Canonical può creare :-P

  32. [32]

    “Se siete super tecnologici c’è un valore nell’imparare tutto su Linux da qualunque angolo. Provate Arch. Provate Gentoo. Provate Fedora. Provate Debian. Provate Suse. Sono tutte buone. Non è affatto utile trasformare le differenze in un dibattito religioso. [...] Se volete cambiare, dovete giustificare il cambiamento sul campo dell’esperienza, e non dell’ideologia.”

    Una delle frasi più significative del mondo linux, personalmente la interpreto così: sei un esperto utente linux? Non perdere tempo con Ubuntu… Sei un newbie in linux, Ubuntu è la scelta giusta”.

  33. [33]

    O io sono un genio informatico, oppure Ubuntu 12.04 funziona perfettamente, e su diversi portatili non eccelsi.
    Nessun tipo di problema.
    tenderei a scartare la prima ipotesi

  34. [34]

    Ubuntu 12 al meglio delle sue prestazioni è lento,grezzo,ha una grafica tirata che ricorda un mac os pre 2000 (ed è da li che copiano ancora,non inventano nulla). In più gli unici due software USC e ubuntu One fanno a dir poco ribrezzo a qualunque programmatore serio. Unity non parliamone,illogico,tolgono funzioni utili… E poi l’hardware viene sfruttato malissimo per aprire nautilus passano secondi,compiz è buggato,x.org è pesante e consuma troppa cpu…Con l’effetto blur e ombreggiatura dietro le finestr hanno voluto imitare Vista,peccato che anche questo oggi sia un sistema decisamente migliore.

  35. [35]

    che dite di passare Debian stable, o Debian Testing o Debian SID?o semplice linux, o crunchbang?sono alternative ottime per dire addio ad Ubuntu ed canonical LOL.

  36. [36]

    @telperion [5]. Concordo con te … ma che c’è di male ? Ogni rilascio di ubuntu è rivoluzionario? va bene! L’utente ubuntu è contento e vive felice così, mica tutti siamo kernel-hacker. Il mondo è pieno di siti che danno informazioni inutili … basta non leggerli.

  37. [37]

    @ILDITTATORE
    mi piace un sacco leggere i tuoi commenti…mi fai morire dalle risate….sicuramente ubuntu non è il sistema dell’anno, ma non si può nemmeno dire che sia un fallimento totale, a me piace usare sia win7 che ubuntu e credo che quest’ultimo non sia da scartare anzi penso sia ben fatto, windows è quello che è, solo per il parco applicazioni che ha (vedi photoshop & co.), ma penso sia questione di tempo e ti ricrederai.

  38. [38]

    @GR [32]
    quindi gli utenti ubuntu sono esattamente come gli utenti apple che tanto detestano.
    Come attivo portatore sano dei principi pratici di gnu/linux (compilo, adatto alle mie esigenze, eccetera) sono molto felice (ironico) dell’avvento dell’era del fastfood commerciale, dove ti spacciano cibi di bassa qualità (a volte anche nocivi) per piatti prelibati (ironico).
    ;)

  39. [39]

    #31
    “Ubuntu 12 al meglio delle sue prestazioni è lento,”
    Come non quotarti.
    Anche qui….scelte progettuali ad minchiam.
    Perchè ostinarsi a compilare la versione a 32 per i386, quando NESSUN i386 potrà mai avviare Ubuntu? Il team di Arch ha fatto una gran cosa compilando il tutto per i686.
    Chi dice che Arch è veloce solo perchè scarna, non ha capito nulla.
    Arch è veloce perchè i flag di compilazione sono di gran lunga superiori sulle macchine target.
    Idem per Gentoo, che ha una velocità spaventosa.
    .
    “grezzo,ha una grafica tirata che ricorda un mac os pre 2000 (ed è da li che copiano ancora,non inventano nulla).”
    Anche qui. Ti quoto.
    Da anni non ne azzeccano una in termini grafici…prima quel arancione orrendo, poi quel marrone (con karmic), poi quella porcata su Lucid, poi questo…
    Perchè non assumono un grafico serio? Non compilano nulla, visto che tutti i pacchetti li prendono aggratis da Debian testing…ma almeno la GUI..
    .
    “In più gli unici due software USC e ubuntu One fanno a dir poco ribrezzo a qualunque programmatore serio.”
    E anche qui. Quoting obbligatorio.
    Comunque credo che la colpa sia l’usco sconsiderato di Python.
    .
    “Unity non parliamone,illogico,tolgono funzioni utili…”
    Su questo non mi esprimo. Mai usato appieno. Quindi non parlo.
    .
    “E poi l’hardware viene sfruttato malissimo per aprire nautilus passano secondi,”
    Questo deriva dal fatto che Unity basa tutto su Compiz. E questo la dice lunga…
    .
    “compiz è buggato,”
    Compiz è una porcata di progetto. Andava bene anni fa. Ma ora è da buttare nel cesso. L’unica alternativa fattibile è un compositing integrato all’interno del motore grafico (come Quartz Extreme, integrato in Quartz).
    .
    “x.org è pesante e consuma troppa cpu…”
    X11 è un validissimo prodotto. Offre funzionalità che ad oggi nessuno offre (si pensi al forwarding con SSH). Il modello client/server è fantastico.
    C’è solo un problema: X11 non è nato per fare il motore grafico su sistemi desktop. È nato per esigenze di gestione remota di applicativi in ambiente enterprise (tant’è che è lo standard industriale X Window System è stato redatto da The Open Group).
    Ergo, X11 non è nato per fare quello che oggi gli si chiede di fare. E credo che non sia una sua colpa.
    Vedremo se Wayland sarà in grado..
    .
    “Con l’effetto blur e ombreggiatura dietro le finestr hanno voluto imitare Vista,peccato che anche questo oggi sia un sistema decisamente migliore.”
    Su questo non si può dar torto. Anche se DWM (Desktop Window Manager) è implementato male ha comunque il vantaggio che parte del motore grafico di Windows gira in kernel space, risultato così molto più veloce nello sfruttare l’accelerazione grafica. IMHO, comunque, l’unica soluzione eccellente è Quartz di OSX.

  40. [40]

    Il fatto stesso di parlare di
    Distro differenti
    Software differenti
    Shell differenti
    Da un senso di libertà che può essere solo positivo.
    A ma piace ubuntu, tuttavia sto usando Mint. Uso Firefox o Chrome indifferentemente.
    Se poi uno preferisce alter distro non fa altro che aumentare la scelta e velocizzare l’evoluzione di Linux.
    La Biodiversità

  41. [41]

    “X11 è un validissimo prodotto. Offre funzionalità che ad oggi nessuno offre (si pensi al forwarding con SSH). Il modello client/server è fantastico.
    C’è solo un problema: X11 non è nato per fare il motore grafico su sistemi desktop. È nato per esigenze di gestione remota di applicativi in ambiente enterprise (tant’è che è lo standard industriale X Window System è stato redatto da The Open Group).
    Ergo, X11 non è nato per fare quello che oggi gli si chiede di fare. E credo che non sia una sua colpa.
    Vedremo se Wayland sarà in grado..”

    Esatto non è colpa di x.org in se,ottimo ottimo progetto ma utilizzato in modo errato…Ho avuto la tua stessa impressione e visto che ne sai più di me ti ringrazio per le aggiunte alle mie opinioni! ;)

    “l’unica soluzione eccellente è Quartz di OSX.”

    Anche a me sembrano essere eccellenti,in win 7 hanno migliorato qualcosa,alleggerito le librerie grafiche e snellito il tutto,in win 8 non so cosa faranno…Ma la qualità di un Ipad,un mac book in quanto colpo d’occhio,cura e fluidità è ancora invidiabile dagli altri os.
    Apple in questo è maestra.

    Ps. I grafici di ubuntu li hanno chiamati per disegnare le nuove icone,ma il grezzo generale non si risolverà con così poco.

    Non so se mi spiego bene ma provate a guardare ubuntu 4.10 e 12.04…Poi un windows xp e un windows 7.
    nel primo caso:
    http://www.youtube.com/watch?v=E8OlfSdX26k

    è la stessa qualità grafica,cambiano solo temi e icone

  42. [42]

    @ILDITTATORE: ottimo video, certo che vedere tutte le versioni di ubuntu una dopo l’altra mi fa capire una cosa … giratela come volete ma ubuntu è davvero brutto, ma brutto brutto, cioè esteticamente non lo si può proprio guardare! Non c’entra che la prima versione sia vecchia, un pò perchè non cambia una cippa dall’ultima, ma soprattutto perchè anche confrontandolo con distro di quegli anni continua a fare schifo lo stesso! Prendete per esempio una Red Hat 9 di quegli anni, anzi era pure più vecchia, e guardate quanto era bella col tema bluecurve e curatissima fino all’inverosimile, non c’era paragone! Se poi guardassimo una vecchia distro con KDE tipo la bellissima Suse 9.3 allora il paragone si fa imbarazzante. Proprio vero, Ubuntu è tutta chiacchere e marketing e la gente abbocca a ogni stupidata che legge in giro, pazzesco, col marketing riuscirebbero a vendere una merd@ spacciandola per un frutto tropicale assolutamente alla moda e fashion … e la massa ABBOCCA! ABBOCCA A TUTTO! Mi ricordo che quando era uscita la prima versione di ubuntu leggevo articoli strabilianti e mi chiedevo … “una derivata di debian, si ok, che ha di speciale? ce ne sono tante altre …” a distanza di anni non mi sono ancora dato una risposta.

  43. [43]

    @FabioFender per caso sei inciampato e nel rotolare hai battuto la testa?
    .
    No perché nel caso fosse così, mi prendo personalmente la briga di bastonare in testa i fanboy-george per illuminarli. :P

  44. [44]

    “Anche a me sembrano essere eccellenti,in win 7 hanno migliorato qualcosa,alleggerito le librerie grafiche e snellito il tutto,”
    Questo è vero.
    Su Windows 7 la fluidità e la reattività di DWM è di gran lunga migliore rispetto a Vista.
    Ma quello a cui mi riferivo era altro, ovvero alla sua implementazione.
    Mi spiego meglio: in Mac OS X l’accelerazione grafica (e quindi il compositing) è composto da librerie (Quartz Extreme) presenti nell’intero framework Quartz.
    Su Windows invece si è scelta una soluzione Compiz-like: ovvero usare un applicativo che gestica il compositing ed il window-management (DWM per l’appunto) ma che venga gestito come un normale processo (difatti se tu nel task manager killi dwm.exe, Aero viene disattivato). Questo è una cosa che può andare bene all’inizio, ma poi a lungo andare si sente la differenza, se non altro perchè il compositing è comunque un peso per la CPU che ne deve sopportare il thread.
    Certo, a livello di implementazione, una soluzione Compiz-like è molto più facile da progettare e da rendere stabile, rispetto a Quartz.
    Infatti Apple ha lavorato sodo prima di integrare questo nuovo sistema di compositing su Mac OS X. Ma i risultati si vedono.
    Se uno usa OSX per dieci minuti, si rende conto da solo della leggerezza e dell’integrazione del compositing all’interno della GUI. ;)
    .
    “In win 8 non so cosa faranno…”
    Io Windows 8 CP l’ho usato per qualche giorno.
    Le mie impressioni (del tutto imparziali, come spero si sarà capito dai miei post) sono:
    - Positive per quanto concerne l’accelerazione via GPU. Se si usano driver certificati per Aero, esso è ancora più fluido e scattante. Sembra quasi usare un OS senza effetti grafici. Hanno fatto un ottimo lavoro.
    - Negative per quanto concerne l’accelerazione via CPU. Se non si hanno schede grafiche Aero-ready, l’accelerazione via CPU fa letteralmente schifo, oltre a far pesare il tutto sul processore.
    IMHO, sarebbe stato meglio lasciare la modalità basic (o standard…che è il tema Aero senza trasparenze ed effetti speciali).
    Immersive, con i driver Aero-ready è veramente scattante…anche se non sono un amante di MetroUI sul desktop.
    .
    “Ma la qualità di un Ipad,un mac book in quanto colpo d’occhio,cura e fluidità è ancora invidiabile dagli altri os.”
    Apple nel comparto grafico insegna a tutti quanti. C’è poco da fare.
    Già il sol fatto che hanno abolito il concetto di framework per il rendering dei caratteri (quello che noi identifichiamo con Pango/Cairo su GTK+ e Arthur su KDE). Loro hanno tutto integrato in Quartz. Senza parlare del framework Cocoa che è un toolkit fantastico, elegante e pulito…proprio come QT.
    La continua stratificazione in API diverse e incompatibili fra loro è uno dei principali ostacoli alla creazione di app omogenee su Unix.
    Quello che IMHO Wayland dovrebbe fare è quello di fornire tutte le API che fornisce Quartz (rendering dei caratteri, accelerazione 3D e 2D e window drawing) rendendo deprecato così l’uso di Cairo/Pango & company. In questo modo si ridurrebbe di molto il numero di dipendenze che toolkit come GTK+ impiegano.
    .
    .
    [trolling]Se poi si deprecasse anche GTK+ e si usasse QT, sarebbe ancora meglio…[/trolling] :D

  45. [45]

    La bellezza di Unity credo sia un fattore soggettivo. La barra laterale ha il suo stile su schermi widescreen. A me piace.
     
    Compiz è un rottame, tra Unity e Unity2D le differenze prestazionali si notano.
     
    Venni a conoscenza di Ubuntu perchè lo usava un amico, mica per aver visto una pubblicità o uno sponsor. Lo so che la parola “marketing” scivola bene in bocca ma bisogna conoscerne il significato ed usarla in maniera appropriata. Ubuntu si fa della promozione ma se dicessi ad un utente comune “Sai cos’è Ubuntu?”, molto probabilmente non lo saprebbe, quasi quanto non saprebbe cosa sia Linux.
     
    Ho provato altre distribuzioni (delle ultime versioni ho provato OpenSUSE, Fedora, Debian, Chakra) e saranno anche più snelle ma in quanto ad esperienza utente (facilità d’uso, ricchezza dei repository) lasciano a desiderare…

  46. [46]

    Ovviamente sottolineo che sono tutti pareri personali. Ad esempio Chakra è molto valida se non fosse che essendo KDE-centrica usa le QT, che costringono ad usare i bundles e repository sono un po’ scarsetti…

  47. [47]

    @Marco-113: “Lo so che la parola “marketing” scivola bene in bocca ma bisogna conoscerne il significato ed usarla in maniera appropriata” sai com’è, io ho una laurea in economia aziendale indirizzo marketing, mi sa che almeno in questo campo ne so di più di te … ma che cacchio significa “ricchezza dei repository”? nei repo openSUSE c’è almeno il 90% di quello che c’è in quelli di ubuntu e quello che manca, casomai un utente fosse così sfigato da non trovare quello che cerca, se lo compila, e che ci vuole a dare 3 comandi da terminale?

    @@rchie: non ho inciampato e sbattuto la testa, ho semplicemente un gusto estetico migliore del tuo … ma come cacchio fai a pensare il contrario di quello che ho detto? Credi che ubuntu 4.10 fosse più bella esteticamente di Suse 9.3 o di Red Hat 9 ? vabbè che la bellezza è soggettiva però mi sa che se lo pensi per davvero sei messo male eh …

  48. [48]

    Ma sì facciamo a gara a chi ce l’ha più lungo…
    Non mi riferivo a nessuno in particolare, intendo che comunque spesso si abusa del termine marketing in riferimento a Canonical neanche se questa facesse pubblicità su Mediaset (come Microsoft) o si vedessero i banner in giro per il web da poter dire “E’ TUTTO MARKETING!!!”.
     
    Di OpenSUSE il punto di forza è Yast ma per il resto ha la stessa esperienza utente di tutte le altre distribuzioni: repository proprio, spesso scarsetto + scelta tra uno dei DE più popolari che confonde l’utente medio…ed il massimo di originale e nuovo che hanno è il wallpaper. Le distribuzioni finiscono per avere differenze minime ed essere tutte uguali.
     
    Ripeto comunque che sono pareri personali, come dovrebbero essere i vostri. La differenza è avere la presunzione di dire che le proprie opinioni siano l’assoluta verità.
    Confucio vi fa una pippa vero?

  49. [49]

    @Marco-113: l’unico che ha parlato di marketing nei commenti di questo articolo sono io, se tu dici che “bisogna conoscerne il significato prima di usare la parola Marketing” per me ti stavi riferendo a me, e ovviamente ti dico che il significato di quella mi è ben noto, non faccio a gara a chi ce l’ha più lungo.
    Detto questo non mi trovi per nulla d’accordo sul resto, Suse prima e openSUSE poi hanno sempre fatto della bellezza estetica un vanto, non l’unico ovviamente ma la cura della distro è sempre stata uno dei punti di forza (insieme a Yast come fai notare tu), la scelta del DE è personale e ognuno si sceglie quello che preferisce così come per ogni altro software, il processo di installazione di openSUSE DVD è meraviglioso perchè ti puoi scegliere cosa vuoi e cosa non vuoi sul tuo pc al punto che puoi crearti una distro leggerissima oppure piena di tutto il software possibile con tuttele gradazioni intermedie, a differenza di ubuntu che ti butta li le scelte di canonical che DEVONO andare bene anche per l’utente … modo di pensare orribile, manco Microsoft è mai arrivata a tanto, poi se pensi che l’utente non abbia le capacità di scegliersi quello che vuole sul proprio pc allora buon divertimento con ubuntu …

  50. [50]

    ah dimenticavo … marketing non vuol dire necessariamente pubblicità

  51. [51]

    @atomix600 Se poi si deprecasse anche GTK+ e si usasse QT, sarebbe ancora meglio…
    .
    Ha! Torna tutto, non mi spiegavo il:un toolkit fantastico, elegante e pulito…proprio come QT.
    .
    Che sicuramente è molto meglio di GTK+(punti di vista)ma paragonarlo a una bonazza, :P non me lo vedo.

  52. [52]

    “ma per il resto ha la stessa esperienza utente di tutte le altre distribuzioni”
    Esatto. Come tutte le distribuzioni richiede mouse, tastiera, monitor e cervello. Requisiti indispensabili per l’uso di un OS.
    .
    “Le distribuzioni finiscono per avere differenze minime ed essere tutte uguali.”
    Non mi pare che Slackware sia uguale a Gentoo o Crux o Arch o Debian…
    .
    “Ho provato altre distribuzioni (delle ultime versioni ho provato OpenSUSE, Fedora, Debian, Chakra) e saranno anche più snelle ma in quanto ad esperienza utente (facilità d’uso, ricchezza dei repository) lasciano a desiderare…”
    Debian non è ricca nei repository? Ma se tutti i repository di Ubuntu, altro non sono che meri cloni di quelli Debian.
    Come fate a dire che Ubuntu è ricca e Debian è povera, quando il team di Ubuntu non pacchettizza niente (se non i suoi pacchetti personali..tipo il tema e unity), ma prende da Debian testing? Ubuntu può diventare più ricca con i PPA di Launchpad, ma non diciamo eresie sulla ricchezza dei repository di Debian.
    Anzi Debian è di granlunga più ricca se si contano le innumerevoli architetture e porting del sistema (Debian GNU/Hurd e Debian GNU/kFreeBSD per citarne due)…
    .
    PS: Ma su che base dite che i repository sono scarsi? Contate il numero di pacchetti? Perchè se è così, state facendo un confronto su presupposti sbagliati.

  53. [53]

    #45
    Non si vede che sono un fan di QT, eh? :D
    .
    A parte gli scherzi…beh QT e Cocoa oggi sono al top.
    Entrambi Object Oriented ed entrambi estremamente ben documentati.
    Inoltre, considera il fatto che QT lo puoi usare dovunque senza sprecare energie per riaddattarlo.
    Inoltre è framework indipendent. ovvero, non ha bisogno di un suo motore di rendering personale (come Cairo ad esempio), ma si affida al motore sottostante. Si adatta alla maggiorparte dei look and feel esistenti (anche Motif/CDE e Haiku)…insomma, sotto certi punti di vista QT è anche meglio di Cocoa ;)

  54. [54]

    @FabioFender : Dio mi faccia diventare impotente se dico che mi piace graficamente ubruttu. Per la precisione ODIO proprio le interfacce grafiche, sono solo uno spreco di memoria, servono solo ai vendor per l’ obsolescenza precoce del parco macchine, e quindi per riempirsi ogni tot di tempo le tasche di soldini a spese delle aziende e nostre. IMHO.
    .
    Il mio “sarcasmo” era dovuto dai tuoi precedenti post che mi sembravano “abbastanza” da fanboy-george ubruttiano. Se ho tratto conclusioni sbagliate facci mea-culpa e chiedo venia. ;)

  55. [55]

    >>>“Le distribuzioni finiscono per avere differenze minime ed essere tutte uguali.”
    Non mi pare che Slackware sia uguale a Gentoo o Crux o Arch o Debian…
    .
    .
    Invece io credo di poter affermare senza ombra di smentita che SLACKWARE E UNICAAAAAAAAAAAAAAAAA!
    .
    ps. Se qualcuno degli user “normali”(si sono definiti loro cosi), volesse provare che una slackware non è per niente difficile, ma forse “anche più facile” di ubruttu, e pure bella esteticamente, con tanti tipi di DE, provate una versione di SalixOS.
    .
    Dico questo per “convincere” i soliti noti che mi “accusano” di volere che Gnu/Linux rimanga “difficile” cosi possiamo fare i fighi, che la pensano in modo errato.
    .
    La facilità e una comodità, quando ha un senso, quindi ben vengano i nuovi utenti ma è meglio renderli consapevoli, che “ingrossare il gregge”. ;)

  56. [56]

    @ @rchie: io un fanboy di ubuntu? mi sono perso qualcosa? E’ come dire che Galliani tifa Inter o che Berlusconi è comunista … vabbè … per me ubuntu è una distro assolutamente nella media, niente di eccezionale sotto nessun aspetto, e soprattutto niente che giustifichi neanche in minima parte il successo che ha, per ubuntu non ha nulla ma proprio nulla di migliore di tante altre distro, anzi sotto molti aspetti è nettamente inferiore, in primis nella tanto decantata facilità d’uso, per me non è più facile di tante altre e il più delle volte lo è molto meno.

  57. [57]

    “Invece io credo di poter affermare senza ombra di smentita che SLACKWARE E UNICAAAAAAAAAAAAAAAAA!”
    E siamo in due a dirlo.
    Slackware è una distribuzione veramente ben fatta.
    Offre strumenti praticamente per tutto…dalla creazione di pacchetti alla scelta della GUI da avviare con lo xinitrc.
    È stabile, veloce, efficiente e dannatamente semplice (nel senso KISS del termine). Insomma, nel panorama GNU/Linux non vedo altre distro con cui sostituirla. È la distribuzione che più consiglio: istruttiva ed usabile al tempo stesso.

  58. [58]

    @FabioFender .Ricorfermo la venia, sono stato “ingannato” dal tuo post n[4], spero tanto che non devo presentarmi davanti al plotone d’ eseguzione. :)

  59. [59]

    [52](*CORREZIONE* d’ esecuzione)
    .
    @atomix600
    E evidente che chi abbandona la Slack lo fa nei primi giorni vedendosi spaesato “dall’ assenza” di un package-manager, che in realtà come dovresti sapere è falso(pkgtool basta e avanza), se mai non dovesse bastare, Slackpkg smentisce ancor più chi lo afferma, ci vuole solo l’ accortezza di sapere cosa si sta facendo.
    .
    Ma trovo non da meno Gslapt che aiuta parecchio, addirittura su SalixOS e come se si stesse usando synaptic.
    .
    In poche parole ricordo che qualcuno affermava che con ubruttu si avrebbe più tempo per la ragazza. Be e vero il contrario mentre su ubruttu ogni sei mesi devi reimpiantare tutto daccapo, oltre a dover rivedere i software nuovi(sono a simpatia di mark)e quindi stare dietro alle ca***te e agli imputtanamenti della versione di turno, con una Slackware una volta imparata bene è per sempre. Anzi ci vai a memoria. ;)
    .
    Il problema reale IMHO sono le persone che vanno dietro alle dannate mode, e il fatto che “usare la testa” per capirle le cose è DANNATAMENTE STANCANTE!
    Bye bye. ;)

  60. [60]

    Qui c’è molta gente che con il computer si trastulla e non ci lavora, altrimenti minkiate come il fatto di compilare ciò che serve “sono solo tre comandi da terminale”, non uscirebbero. Siete dei FOLLI se pensate cose del genere, ma ti pare che io nel 2012 mi devo compilare il software a mano? Tiratevela di meno…

  61. [61]

    @giocaldo, ti quoto integralmente.

    Uno che afferma perentorio che installare software partendo dai sorgenti vuol semplicemente dare sempre solo tre comandi nel terminale vuol dire che non l’ha mai fatto veramente, oppure che è in malafede per qualche ragione. Figurarsi se per fare dei lavori con la tipica scadenza di tutti gli ambienti lavorativi, cioè “andava fatto ieri”, si può adottare una modalità del genere. Se si cazzeggia o si vuole sperimentare ed imparare va bene tirare giù i sorgenti, compilare, risolvere tutte le dipendenze, installare, provare che funzioni, se non funziona rifare tutto daccapo ed infine adoperare il programma. Ma quando si lavora veramente e si deve portare la pagnotta a casa, non c’è mai tempo sufficiente.

    Saluti.

    Saluti.

  62. [62]

    @giocaldo: poi qui c’è anche molta gente che non sa che cavolo sta dicendo … ma provare a capire il discorso che uno sta facendo? Te lo riassumo … una distro come openSUSE ha quasi tutto quello che vuoi nei suoi repository e SE QUALCOSA MANCA lo posso compilare, ma capiterà una volta al millennio, sono cose che probabilmente farò anche nel 2020 se anche allora non trovassi un software che mi serve, poi per te aprire una konsole e scrivere tre comandi, alle volte due ti pare tirarsela? cacchio, vuol dire che ubuntu sta proprio distruggendo la capacità di usare un Pc in modo costruttivo … beh oggi ho imparato che quando scrivi “Make&&make install” in realtà te la stai tirando … vabbè, sono punti di vista.

  63. [63]

    @ @rchie: no daaai niente plotone d’esecuzione, proporrerei invece un rogo collettivo dei cd di ubuntu …
    beh scherzi a parte il mio discorso del post 4 voleva solo far capire come per me sia assurdo ogni discorso del tipo “manca questo o quest’altro” oppure “perchè manca gnome 3 e c’è quella schifezza di Unity” … quello che vuoi te lo installi, stop! vuoi gnome3? e che ci vuole? e se proprio proprio uno non volesse installare un intero de semplicemente … cambia distro, ce ne sono altre 74563628 mila, scegline una che ti ispira, mica siamo qui a dire “o Ubuntu o morte!”

  64. [64]

    #53
    Quando la gente come te scrive post di quel livello. L’unica cosa che si può fare è rispondergli con un
    /PLONK

  65. [65]

    @giocaldo
    “Siete dei FOLLI se pensate cose del genere, ma ti pare che io nel 2012 mi devo compilare il software a mano?”
    .
    essendo il punto forte di gnu/linux, modificare adattare compilare il software, non caspisco perchè usare gnu/linux altrimenti.
    Sistemi che ti danno tutto pronto, senza che tu possa modificare adattare compilare il software, ce ne sono, win osx ios, perchè accanirsi ad usare gnu/linux come fosse windows?
    Usa windows, o se hai i soldi, usa osx.

  66. [66]

    @FabioFender
    In questo articolo l’hai tirato tu in ballo il marketing ma io mi riferivo in generale in quanto anche altre volte è stato menzionato.
    So bene che la pubblicità non è tutto, è solo una delle “quattro P”. ;)
     
    @atomix600
    E’ chiaro che a livello tecnico siano diverse ma in quanto ad esperienza utente non offrono nulla di nuovo o diverso. Pertanto un utente non tecnico (non dico inesperto, ma proprio non tecnico) non nota alcuna differenza dall’usare l’una o l’altra distribuzione.
    La questione dei pacchetti era un discorso generale e non mi riferivo ad una distribuzione in particolare. Se poi vogliamo discutere di Debian i pacchetti sono veramente poco aggiornati…e non dico che debbano essere all’ultima versione ma perlomeno un minimo recenti.

  67. [67]

    Ubuntu perlomeno offre un’esperienza utente diversa dalle altre distribuzioni, a partire da Unity (che vi piaccia o meno) al Software Center (che è una gran cosa, anche se lento).
     
    @Giocaldo
    E’ sempre la stessa storia, loro lo ritengono normale perchè pensano a sè stessi e alle loro competenze, al contrario di chi importa rendere GNU/Linux alla portata di tutti. Chiedere ad un utente di compilarsi un software quando su Windows avvii un installer ed hai tutto pronto è da pazzi.
    Ovviamente in vista di questa debolezza di GNU/Linux si finisce per dire “e allora passa ad Windows o OSX”.
     
    Come se io avessi un rottame di automobile e ogni volta dovessi ripararmi il motore, trovando la scusa che questo mi permetta di avere “consapevolezza” del motore stesso. Peccato che perderò più tempo ad aggiustarla che a guidarla.

  68. [68]

    @Marco-113
    “Se poi vogliamo discutere di Debian i pacchetti sono veramente poco aggiornati”
    .
    se parli di debian stabile, ovvio devi paragonarla ad una Ubuntu lts dello stesso periodo, i paccheti son vecchi uguali.
    Ad differenza di una LTS però col pinning, puoi andarti a prendere quello che vuoi da testing unstable o experimental.
    Ovviamente per desktop soho, la testing è molto più indicata, una “pseudo rolling” sempre aggiornata.
    Debian devi conoscerla, la stabile serve solo per server e mission critical.
    Il concetto “stabile” su linux vuol dire poco o nulla.
    Basta vedere tutti problemi della 12.04 “STABILE” …

  69. [69]

    #59
    “E’ chiaro che a livello tecnico siano diverse ma in quanto ad esperienza utente non offrono nulla di nuovo o diverso.”
    L’esperienza utente non può essere usata come parametro di paragone tra OS per definire se sono uguali o meno.
    E l’esperienza utente non è un parametro oggettivo, ma un parametro che varia da utente a utente.
    Ad esempio, la mia UX risulta essere pessima su Ubuntu e ottima su Slackware. La tua sarà il contrario ecc.
    .
    “Se poi vogliamo discutere di Debian i pacchetti sono veramente poco aggiornati…e non dico che debbano essere all’ultima versione ma perlomeno un minimo recenti.”
    Debian stable non deve aggiornare pacchetti. È una distro che deve rimanere stabile e collaudata nel tempo, in quanto il suo impiego principale è il server. E in un server non ti puoi permettere di passare ad una release più recente di un software senza valutare i rischi di una migrazione, solo perchè l’utente desktop ha bisogno di una nuova versione.
    Se vuoi pacchetti più aggiornati puoi usare il ramo testing (quello su cui Ubuntu basa la sua distro), che è comunque stabile. Tra l’altro il ramo testing ha anche il supporto tecnico.

  70. [70]

    “al Software Center (che è una gran cosa, anche se lento).”
    Solo lento? È una porcata colossale…
    Andrebbe riscritto da zero per renderlo un tantino usabile.
    .
    “E’ sempre la stessa storia, loro lo ritengono normale perchè pensano a sè stessi e alle loro competenze, al contrario di chi importa rendere GNU/Linux alla portata di tutti.”
    Ed è qui che caschi male. Leggi il post che ho scritto qui: http://www.oneopensource.it/03/05/2012/gimp-2-8-disponibile-per-il-download/#comment-31457
    Leggi alla parte relativa alla gestione pacchetti della distro.
    Se Ubuntu vuole aumentare la sua usabilità, prima di pensare a Unity (che non serviva a nessuno, visto che GNOME è sempre stata usabile), dovrebbe pensare al metodo di pacchettizzazione del suo OS.
    APT è un potentissimo framework, ma è sprecato su Ubuntu. Su Ubuntu al massimo si fa apt-get install/remove, quando questo strumento ha una miriade di funzionalità interessanti.
    Le possibilità di migliorare ci sono, ma Ubuntu non le coglie, pensando a distinguersi con l’inutilità e con prodotti scadenti, come Unity (che per quanto possa essere bello, ha una implementazione che fa pietà) e Ubuntu Software Center.
    E a mio avviso questo accade per poca competenza dei suoi ingegneri (se ne ha mai assunti).
    E non è un discorso di haters, rosiconi ecc. (quando usate questi termini assomigliati ai fanboy di Apple). È un discorso puramente tecnico.
    .
    “Come se io avessi un rottame di automobile e ogni volta dovessi ripararmi il motore, trovando la scusa che questo mi permetta di avere “consapevolezza” del motore stesso. Peccato che perderò più tempo ad aggiustarla che a guidarla.”
    Cito “DITTATORE” che ha scritto una frase che condivido:
    “Anche a me piace la Ferrari. Però bisogna saperla guidare”.

  71. [71]

    Bello vedere come gli altri sbagliano sempre e fanno porcate mentre qui ci sono tanti geni incompresi!

    Anzi adesso mando una mail a Shuttleworth e gli dico di contattare i vari geni su oneopensource così gli fanno vedere come fare le cose :)

  72. [72]

    #64
    Anche per te vale il post #57

  73. [73]

    Un attimo che finsico di ricompilare il browser e pooi ci guardo…

    ASD

  74. [74]

    @Marco-113 tu continui a dire: E’ sempre la stessa storia, loro lo ritengono normale perchè pensano a sè stessi e alle loro competenze.(Non ho voglia di stare a spiegarti il mio caso personale che direbbe che hai torto).
    Ma non mi lasci alternativa di dire come la vedo.
    .
    E vero il contrario, siete voi stessi che soffrite di inferiorità, è la scusa più spiccia per dire non vogliamo capire come funziona Gnu/Linux, e non vogliamo mettere in moto il cervello. Quindi Odiando Windows cerchiamo di creare un Gnu/Linux per le pecorelle che vogliono deviare dal gregge!

  75. [75]

    Che poi sarebbe una fotocopia di Windows, ma basta che non si chiami windows.

  76. [76]

    E certo, perchè capire come funziona GNU/Linux determina che qualcuno usi o meno il cervello…
    A parte il solito egocentrismo da “informatica = onnipotenza”, il computer per me è uno strumento.
    Ovvio, mi piace anche comprenderne il funzionamento, ma ci sono alcune operazioni la cui conoscenza non porta nessun beneficio…sono solo degli inutili ostacoli al raggiungimento di un obiettivo.
    Che benefici porta saper compilare un software, quando a te interessa solamente usare quel software stesso?
    Magari te la spassi a compilare sorgenti da riga di comando. Bene, chi sono per giudicarti? Sono sicuro che c’è una distribuzione fatta per te. Però non giudicate chi utilizza principalmente il computer come strumento (la maggior parte delle persone) chiamandoli lobotomizzati, pecore, massa, e altri termini da nerd disadattati vaginaless.

  77. [77]

    GNU/Linux fortunatamente non fa discriminazione (al contrario di molti suoi utenti) e c’è chi lo usa per la sua superiorità tecnica, non per smanettarci. Se ci sono distribuzioni che hanno come target anche gli utenti inesperti non vedo dove sia il problema. Volete un sistema esclusivo per utenti tecnici? Createvene uno e fatevi una licenza ad-hoc.

  78. [78]

    Ah già. @atomix600 l’esperienza utente sarà anche soggettiva ma la facilità di un’interfaccia no, altrimenti non avrebbero inventato le GUI e tu probabilmente adesso staresti usando un browser testuale.
    Non so che concetto hai di usabilità, ma il Software Center è organizzato molto bene, l’unico problema è la lentezza all’avvio visto che una volta avviato gira mediamente bene.
    Debian devo ammettere che l’ho conosciuta poco, dato che l’ho utilizzata giusto per una settimana.

  79. [79]

    #71
    “l’esperienza utente sarà anche soggettiva ma la facilità di un’interfaccia no”
    Tutto è facile quando lo si conosce.
    Anche la shell testuale è facile da usare, quando la conosci.
    Niente è facile quando NON lo si conosce.
    Se io oggi mi mettessi ad usare Unity, anche io avrei problemi.
    .
    “l’unico problema è la lentezza all’avvio”
    Questo è un problema di usabilità bello e buono. Ti sembra poco?
    Un software pesante e lento danneggia di gran lunga l’esperienza utente, rispetto ad un software che è reattivo e leggero. Chi ti dice infatti che il computer su cui girerà è un quad core con 4 GB di RAM? Su un PC non modernissimo è lento e pesante da morire e questo lo rende poco usabile.
    L’esperienza utente non è limitata solo ai bottoncini colorati sulla GUI.
    .
    “visto che una volta avviato gira mediamente bene.”
    Rimane comunque di gran lunga meno reattivo e più pesante di un suo equivalente scritto in C++.
    Forse è più facile per Canonical fare debug su codice Python, ma fatto sta che USC per essere considerato degno della parola usabile, andrebbe riscritto da zero in un linguaggio più performante e NON interpretato (io opterei per C++).

  80. [80]

    “ci sono distribuzioni che hanno come target anche gli utenti inesperti”
    .
    il problema che al primo kaboom, gli utenti inesperti son col qulo per terra, e vanno nei forum dove tra soluzioni proposte “fantasiose”, hanno di chè divertirsi non sapendo bene che fare.
    Non esitono distribuzioni che hanno come target anche gli utenti inesperti, solo distribuzioni che pretendono di esserlo ma che al momento sono ben lontane dal raggiungimento dell’obbiettivo.
    Gnu/Linux NASCE per essere PACIOCCATO dall’utente, è il suo massimo pregio.
    Se non lo PACIOCCHI e vuoi solo usare il software, usa Win o OSX lo stesso software FOSS che usi su linux, lo compilano ANCHE per win e osx.
    Non esiste Linux per gli utenti inesperti, esiste la falsa convinzione che da utente inesperto puoi usare Linux, convinzione che si infrange miseramente al primo problema serio.
    Ubuntu è maestra in quest’arte del sotterfugio.
    Ubuntu può essere il primo passo per la conoscenza di Linux, questo si, ma se ti fermi li e non evolvi la tua conoscenza, è solo questione di tempo e poi sei “panato”.

  81. [81]

    sono d’accordissimo con Marco-113: è inutile che gli utenti linux “navigati” continuino a rompere i “nuovi arrivati” con compilazioni da sorgenti, patch, script, python … NON GLIENE FREGA UN TUBO, non capisco perchè non si accetti ‘sta cosa. Se si vuole portare linux sui dektop non si può ignorare questo tipo di utenza che è la stragranda maggioranza, il 99,9 % . Ho tantissimi amici che usano Windows e a nessuno gliene frega un tubo di capire come funziona l’os e nessuno sa neanche scrivere un file batch di due righe … perchè dovrebbero interessarsene sotto linux, vi pare ?
    Come dice giustamente Marco-113 “GNU/Linux non fa discriminazioni” … ognuno lo usi per quello che può e per quello che gli serve…basta con questa guerra fratricida inutile … più linux si diffonde più arriveranno nuove utenze che si aspettano una sistema che “just works” … e voi gli proponete Slackware? Siete dei folli!!! Slack è una ottima distro per chi vuole imparare … ma nessuna persona sana di mente la proporrebbe ad un utente desktop … torniano tutti con i piedi per terra che è meglio :-P

  82. [82]

    @atomix600
    Per usabilità non si intende solo la velocità nè tantomeno i bottoncini colorati. Mi riferisco all’organizzazione in categorie, al sistema di recensione, le screenshot, descrizione del programma, elenco plugin, eccetera.
     
    @telperion
    Chi ha stabilito che Linux sia per utenti smanettoni?
    C’è qualche legge matematica che vieta a Linux di raggiungere l’utenza comune?
    Sul discorso del rimanere col culo per terra sono d’accordo, ma magari tu fai lo stesso con l’automobile che guidi. Ognuno ha le proprie priorità.
    Poi che ALLO STATO ATTUALE Linux non sia alla portata di tutti sono d’accordo.

  83. [83]

    “Mi riferisco all’organizzazione in categorie, al sistema di recensione, le screenshot, descrizione del programma, elenco plugin, eccetera.”

    ma te synaptic l’hai mai usato:
    http://www.imagehost.it/di/BD6W/Senzanome.jpg
    per dire …

  84. [84]

    @Ito prova SalixOS e poi ne riparliamo al massimo.

  85. [85]

    @telperion
    ma te synaptic l’hai mai usato:
    http://www.imagehost.it/di/BD6W/Senzanome.jpg
    per dire …
    .
    L’ astronauta a detto Synaptic, non serve, apitude, non serve, pure Gimp, non serve. USC ecco cosa serve all’ utente! :P

  86. [86]

    Cosa c’entra adesso tirare in ballo Synaptic?
    Comunque non è organizzato bene quanto il Software Center, che tra l’altro visualizza le applicazioni non i singoli pacchetti.

  87. [87]

    >>>GNU/Linux fortunatamente non fa discriminazione (al contrario di molti suoi utenti) e c’è chi lo usa per la sua superiorità tecnica,
    .
    Il problema è che con ubruttu quella “superiorità tecnica” di Gnu/Linux viene meno.
    .
    @atomix600 personalmente il problema non lo vedo nel Python, anche perché dove ce ne fosse il bisogno python lo estendi con moduli in c(o c++ che sia)e risolvi il problema delle “prestazioni”.
    .
    Per esempio moduli come Numpy, che si occupano di matrici e calcoli di numeri complessi alla stessa velocità di librerie c++ che svolgono pari compito. Come Youtube non è affatto lento scritto in python con moduli c dove lo si ritiene “ambito critico”.

  88. [88]

    >>>Cosa c’entra adesso tirare in ballo Synaptic?
    Comunque non è organizzato bene quanto il Software Center, che tra l’altro visualizza le applicazioni non i singoli pacchetti.
    .
    Lo vedi? Marco-113, studia.

  89. [89]

    @rchie
    Non fai ridere, e soprattutto mi sembra di discutere con un ragazzino.
     
    “asd asd ubruttu asd astronauta asd asd asd”

  90. [90]

    Continua pura ad offendere. Ma rimani sempre uno che non capirai un cazzo, e lo stai dimostrando.

  91. [91]

    Se devi commentare solo per scrivere “asd ubruttu” o provocare del tipo “Lo vedi? Marco-113, studia.” è meglio se eviti di sprecare byte nel database di OOS. Quindi ora non fare la vittima.
    Non ci capirò mai un cazzo perchè non mi interessa compilarmi i sorgenti dei software? Cavolo, sono proprio indietro col mondo, probabilmente sarò un fallito nella vita. Impara l’italiano, poi ne riparliamo.

  92. [92]

    mah…e cosa dovrei vedere in SalixOs? Il nuovo sistema GNU/Linux che farà impazzire le folle? :-)

  93. [93]

    “Cosa c’entra adesso tirare in ballo Synaptic?
    Comunque non è organizzato bene quanto il Software Center, che tra l’altro visualizza le applicazioni non i singoli pacchetti.”
    .
    già fortuna che synaptic funziona e risolve molti problemi, mentre USC installa a muzzo e rimuove anche peggio, oltre a tutti i difetti (pesante lento eccetera).
    L’app peggio riuscita di sempre, (nota che la chiamo app non a caso)
    Questi sono i cibi avvelenati che l’astronuata ti passa per prelibatezze.
    Almeno funzionassero …
    Comunque basta così, a chi non sa vedere, la strada si indica una volta poi basta, se si schianta cavoli suoi.
    Io tra 3 anni sicuramente userò ancora gnu/linux, di questi neo-adepti-cammellati vedremo quanti ne sopravviveranno.
    Comunque fate ridere nell’arte della specchiarrampicata …
    ;)

  94. [94]

    Guarda che hai tirato tu in ballo la competizione tra Synaptic e il Software Center, come se ne esistesse alcuna. Dire “questo è bello e quello è brutto” solo perchè non piace a te è la solita castroneria da “i 4 gatti di OOS.it”. Che sia lento l’ho ammesso anche io, ma che sia organizzato meglio di Synaptic mi sembra una cavolata.
    Poi il fatto che sia un novizio di GNU/Linux è una tua supposizione e non un dato di fatto.
     
    QUANTO SONO INTELLIGENTE, GRAZIE GNU/LINUX!
    Mamma mi hai lavato i calzini??

  95. [95]

    @118 da ricovero. Ragazzetto lobotimizzato di m***a il solo fatto che tu studi e magari mastichi la grammatica meglio di me(che non ci vuole tanto poi visto che la mia scuola non esiste nemmeno più)non ti rende meno ignorante di me o di qualche altro su questo blog.
    .
    .
    Sei pure arrogante hai risposto a telperion con una emerita cazzata e studiare è quantomeno il minimo che devi fare, visto che dimostri di NON CONOSCERE MINIMAMENTE ne synaptic, che ne aputude.
    .
    Che sei nel 2012 non significa una beneamata cippa, perché dimostri di avere meno cervello di un tuo pari età degli anni 40. L’ unica cosa che potrai vantare non nel 2012, ma nel 2020 essere una pecora del gregge come nel film the gamers, se non lo conosci ti consiglio di vederlo ti riconoscerai all’ istante caro pecorone del 118.
    .
    .
    E ringrazia che ci separano due schermi, perchè come l’unica volta che ho detto parolecce a qualcuno su OOS è stato con un’altro professorino del pisello a te avrei fatto la faccia rossa come il culo di una scimmia.
    Buona sera T. d. c.
    .
    .
    E se stai di domenica a scrivere su di un computer questo vuole dire che non sei buono manco con le ragazze! Pivello di un 118.

  96. [96]

    Al 118 visto che non appare il post una cosa ci tengo a dirtela
    per stasera, sarai pure bravo con la grammatica ma se stai di domenica a scrivere su di un computer questo vuole dire che non sei buono manco con le ragazze! Pivello di un 118.

  97. [97]

    @telperion ridere è poco a una cazzata del genere.
    .
    >>>Cosa c’entra adesso tirare in ballo Synaptic?
    Comunque non è organizzato bene quanto il Software Center, che tra l’altro visualizza le applicazioni non i singoli pacchetti.
    .
    E si lamenta pure se uno gli dice studia(visto che studia per davvero il somaro)

  98. [98]

    La domenica si sta a casa con la famiglia, il sabato si esce. Che devo farti pure queste lezioni? ;)

  99. [99]

    E’ apparso solo adesso il commento #88…
    A parte le minacce e gli insulti degni di un ragazzino piccolo, non ho ancora capito cosa ci sia di male ad affermare che USC visualizzi solo le app.
    Comunque stai calmo e smettila di massacrare quella tastiera, altrimenti ti prende un attacco e finisce che dobbiamo chiamarlo a te il 118. Non vorremmo perdere un intellettuale illuminato, e da oggi anche esperto karateka.
    No seriamente, che tristezza.

  100. [100]

    Rimane sempre il fatto, che sei un ragazzetto arrogante e futuro microcippato e contento. Sarai contento perché RFID saranno brandizzati Ubruttu!

  101. [101]

    A me fai pena per il tuo RICCO futuro che t’aspetta!

  102. [102]

    Bye pecorella tu domani vai a riscaldare la sedia, mentre io a lavorare quindi meglio non perdere altro tempo con te.

  103. [103]

    Non mi conosci e mi dai del ragazzetto che va a scuola.
    Ma tanto ormai dopo figura di @ epica che hai fatto…
    Spero che al lavoro non leggano mai ciò che scrivi altrimenti finisci in cassa integrazione.

  104. [104]

    @Marco-113

    Un consiglio: non stare appresso agli scimuniti: il vattelapesca di turno non merita il tuo tempo.

  105. [105]

    @marco-113

    Quoto andrea900, lascia perdere ;)

  106. [106]

    E’ da un pò che manco dal mondo linux, ma leggendo questi commenti deduco che i suoi utilizzatori stanno diventando più FRUSTATI degli APPLE USER.

    invece che sostenersi tra linux user che utilizzano differenti distro, si scannano vivi… mah… son passati i bei tempi

  107. [107]

    @rchie – rchie = frustrato che cerca di compensare la mancanza di controllo che ha sulla sua vita con il controllo totale sul suo pc… fatti una vita vera.

  108. [108]

    @archie
    lascia perdere le “truppe cammellate”, gente che passa e poi si perde nell’oblio.

  109. [109]

    truppe cammellate:
    .
    L’espressione, in senso figurato, è stata recepita dal linguaggio giornalistico e politico per indicare i ‘sostenitori, raccolti in corrente, gruppo di pressione, associazione, di un leader politico o di una linea politica’. Invenzione di notevole efficacia polemica fu l’espressione truppe mastellate, ricalcata dallo scrittore e giornalista Giampaolo Pansa su truppe cammellate, per indicare i fedelissimi sostenitori del politico Clemente Mastella, allora esponente della Democrazia Cristiana.
    .
    fonte Treccani.
    .
    per coloro che “ignorano”.

  110. [110]

    Ci dai delle truppe cammellate ma poi siete sempre voi a venire tra gli articoli di Ubuntu come i soldatini, a fare polemiche non mosse dalla logica ma dalla presa di partito.
    Mi perderò nell’oblio, ma almeno non sprecherò la mia vita a rosicare tra i commenti di un blog.

  111. [111]

    Vi darei delle
    “truppe markellate”
    ma sarebbe troppo ermetico ..
    asd

  112. [112]

    @telperion @rchie – E’ grazie al fatto che il mondo è pieno di pirla rinc********i, che per (quasi) tutti c’è la spe4ranza di farcela. Mente elastica uguale a zero, denota solo ignoranza e invidia per la consapevolezza di contare meno di una caccola a questo mondo. Piantatela di farvi delle seghe mentali e andate a lavorare, smettetela di sfogare la vostra inadeguatezza mentale su persone che secondo voi “sbagliano” ad usare il pc in una certa maniera. Non avete diritto di portare avanti come verità assoluta una vostra mera opinione. Smettetela di credere di avere ragione solo voi. il mondo c’è la può fare anche senza il vostro inutile contributo pseudo-tecnologico. Solo due parole: inadeguati e frustrati.

  113. [113]

    @giocaldo
    che fai … “introspezione”?
    asd

  114. [114]

    @telperion – le vostre sono solo provocazioni. Siete solo dei ragazzini imbecilli. Vai a studiare che è meglio…

  115. [115]

    magari fossi un ragazzino …
    lol
    certo che a dialettica state messi male.
    Da che pulpito arriva l’invito a studiare.
    Da “grandi” che farete?
    Calciatori? Tronisti? …
    asd

  116. [116]

    @telperion – per quanto ne sai potrei benissimo essere più vecchio di te. Per fortuna il non usare Slackware e diventare tronisti non sono cose direttamente collegate, anzi direi che non c’entrano proprio un fico secco l’una con l’altra. Sei a corto di argomenti per caso? Ripeto, se ti senti un fallito non scaricare la tua inadeguatezza sugli altri in argomenti che non c’entrano. Io ho finito di studiare da un bel pezzo e sono soddisfattissimo del mio attuale lavoro, scendi dal piedistallo…

  117. [117]

    azz, hai proprio colto nl segno.
    Volevo fare il pornostar e annichilire Rocco Siffredi, ma sicome nun j’a fòòò, mi sento “fallito&frustrato” e mi sfogo tutta la mia inadeguatezza sulle “truppe cammellate”.
    Me tapino!!!!

  118. [118]

    @telperion
    Il senso di inadeguatezza comunque te lo senti.

  119. [119]

    @telperion

    Ce la fai se invece di usare l’organo usi la testa…LOL
    E’ una battutaccia, non offenderti ma era troppo su un piatto d’argento :D

    Tornando seri (LOL) spesso sono d’accordo con quanto dici ma in questo caso dai, la verità in tasca nessuno ce l’ha e personalmente mi sento più in sintonia con le truppe cammellate ;)

  120. [120]

    Siete messi male

  121. [121]

    Peccato che sarete anche bravi in grammatica, ma l’ italiano quello vero non sapete nemmeno voi dove abita!
    .
    E parlate tanto di frustazione fallimenti, quando iniziate a prendere schiaffi, QUELLI VERI dalla vita ripassate.
    .
    @Ito personalmente non è mai interessata la distro gnu linux che conquista il mondo anche perché mi sembra che ci sia già ubruttu. Ma qualcosa di facile “e da comprendere allo stesso tempo, ma giustamente non hanno voglia(vogliono il simil win-osx)di capire lo dicono loro stessi, vabbe salutiamo i cammellati, anche perché se dico gli studenti mi hanno già fatto capire che è un’offesa da lavare col sangue.
    .
    arrisentirci.

  122. [122]

    A me Ubuntu non piace perchè su un notebook Dual Core 2gh con 4gbram 512mb di scheda grafica dedicata, è un po’scattosa, perfinop rigida rispetto Shell e altro, che tra l’altro consumano molta meno ram.

    Sono dati di fatto, non questioni estetiche. Una distro deve innanzi tutto…
    Funzionare.

  123. [123]

    @rchie – nessun offesa, semplicemente non sono uno studente quindi perchè dirlo?

  124. [124]

    “Siamo qui perché abbiamo una visione del futuro che solo noi possiamo creare. Nessun altro sta cercando di crearlo – né Microsoft(!), né Google, né Red Hat, né Debian, né Arch – perciò, sta a noi costruire quel futuro: libero, sostenibile, bello, e apprezziamo molto il vostro aiuto.”

    Questa sparata la poteva decisamente evitare soprattutto perché molto di quello che c’è in Ubuntu è derivato da Debian.

  125. [125]

    @Max-B
    E poi il futuro *libero* come lo si raggiunge? Ovviamente scrivendo software closed!! (vedi Ubuntu One) :-)

  126. [126]

    @Ito
    E giustamente estremizziamo…solo perchè una parte di Ubuntu One è closed source.

  127. [127]

    @Marco-113
    non puoi negare che Canonical ha un concetto del tutto personale e arbitrario di “libertà”, scrivendo lei in primis software closed … oltre a riempire il software center di ogni porcata proprietaria possibile … se è questo il futuro “libero” che ci aspetta, stiamo freschi …

  128. [128]

    @Ito
    Hai la libertà di usare (o di non usare) quello che vuoi, nella maniera più comoda possibile. Più di così…

  129. [129]

    @Shiba,
    Quindi il vostro concetto di “sistema libero” si limita alla possibilità di scelta di cosa installare? Quindi secondo il vostro ragionamento Windows 7, ad esempio, offre le stesse libertà di un sistema GNU/Linux ?

  130. [130]

    La libertà dovrebbe significare dare la possibilità di scegliere il software che più ci aggrada a prescindere dalla licenza.
    In caso contrario, diventa una dittatura del free-software.
    Conosciamo bene quanto scarseggi il software open-source per la produzione video. Se fossi un produttore video, probabilmente per Stallman dovrei rimanere disoccupato. E magari nutrirmi di ciò che cresce sotto i miei piedi, come fa lui.

  131. [131]

    Non sappiamo però se ti nutrisci di caccole come fà l’ astronauta! Ha, Ha ,Ha, visto che asd, che pure ho appreso da voi stessi non ti piace.
    .
    .
    @ Ito dovresti convincerti però se dobbiamo tornare coi piedi per terra noi, o se fanno loro un concetto che cozza con quello che vogliono, ma siccome è la via più “facile” e comoda per loro, è giusto che funziona così.
    .
    Addirittura stando a quanto dicono dovremmo abbracciare tutti la sola ubruttu come distro perchè e quella che ci porterà il software chiuso che la fà funzionare meglio per tutti.
    .
    Quindi se ritieni che è saggio cosa affermano, è del tutto inutile contradirli il post dopo. IMHO.

  132. [132]

    Perchè cerchi sempre l’approvazione degli altri utenti appoggiando i loro commenti e tentando di aizzarli contro di noi, senza crearti delle idee proprie?
    In altre parole: perchè lecchi il culo?

  133. [133]

    Sei penoso cresci!! Piangi sempre come un bimbo.

  134. [134]

    >>>Mi affido al buon senso popolare che in base ai tuoi commenti valuterà la tua intelligenza.
    .
    Da che pulpito viene la predica!

  135. [135]

    @Ito
    Più possibilità (open + closed) è una limitazione, mentre una sola possibilità (solo open) è una maggiore libertà? Ma come ragioni? La libertà dev’essere prima di tutto di scelta, parlando nel nostro caso di software chi vuole usare solo software open può farlo, chi vuole usare entrambi può farlo. Quelli che vuoi tu si chiama fascismo.

  136. [136]

    @Shiba, senza voler scendere nella sterile diatriba di sempre.
    E assodato che(*per noi*)ci sono due tipi di libertà, con il tempo vedremo tutti quanti di quale avremmo avuto bisogno.
    *io-tu*

  137. [137]

    Torni sui vecchi articoli apposta per insultare. Sei penoso, è l’unica cosa sui cui c’è da piangere.

  138. [138]

    Semplicemente rispondo alle tue boiate!

  139. [139]

    @rchie
    Io lo vedo già ora nel momento in cui ho bisogno di software proprietario. :)

  140. [140]

    @Shiba, infatti per questo esistono già os proprietari che fanno 1000 volte meglio quello che si richiede di fare su linux allo stesso.
    .
    Ma poi ritorniamo sempre agli stessi discorsi, quindi…. Buona nottata. ;)

  141. [141]

    @rchie
    Appunto che di libertà di scelta parlavo: posso scegliere di usare software open source, fino ai suoi limiti. Per il resto software proprietario.

  142. [143]

    @rchie
    Io scelgo di non dormire sugli allori in nessun caso ;)
    http://www.openssh.com/txt/trojan.adv

  143. [144]

    Pensa se non fosse openssh, se avresti scritto “tale” o “tullio”.
    .
    Ma è chiaro che tutti portano come esempio openssh, per i sistemi chiusi non si saprebbe nemmeno da chi cominciare. :P

  144. [145]

    Oltre al fatto che è fisiologico è da umani fare errori, mentre nei cossiddetti software close, quei bugs vengono INTRODOTTI INTENZIONALMENTE , mica è poca cosa come differenza.

  145. [146]

    Premetto di non essere un tecnico di pc nè un programamtore, ho il mio studio professionale ed ho deciso di usare Ubuntu LTS per lavoro, per alcune applicazioni di lavoro ho la mia licenza XP professional in VirtualBox. A proposito di aggiornamenti, ieri il mio XP virtualizzato ne ha scaricati ben 16, meno male che Xp stà per uscire di scena! A prescindere dal fatto che esistono migliaia di distribuzioni Linux, non è obbligatorio utilizzare Ubuntu o le sue derivate, esiste la possibilità di provarla in Live-session, se non piace si cerca dell’altro con buona pace di tutti. Il sistema operativo migliore è quello che soddisfa le vostre esigenze, o che offre il mix di programmi che vi servono. Quindi non importa se ci si trova meglio con Windows, Apple o Linux, non siamo tutti uguali, infatti non tifiamo tutti per la stessa squadra di calcio (nazionale a parte)!

  146. [147]

    A proposito dei futuri Linux, Windows etc… da utente comune prevedo che il mercato si spaccherà in due: vecchi conservatori e nuovi utenti.
    Un esempio per tutti, un mio collega si è fatto installare XP al posto del Win7 su un fiammante ps-desktop Acer Veriton M (“Mica potevo studiarmi il manuale ed usare delle funzioni nuove! il mio vecchio pc non era riparabile ed ho dovuto comprare questo!”).
    Probabilmente a Redmond, dopo aver letto il dramma causato da unity nel mondo Linux, stanno pensando ad un’interfaccia di riserva per Win8 ispirata a Windows98! In alcune aziende vedo ancora pc con Windows95 e tantissimi uffici usano XP (in versioni tarocche!), dubito che l’interfaccia metro di Windows8 verrà digerito bene da questi utenti conservatori! Unity o la nuova interfaccia di OSX Mountain Lion poi sarebbero una cosa da StarTrek per certa gente!

  147. [148]

    Quando ho voglia di rilassarmi, leggi i commento dei Linux users per farmi 4 risatine… Questi commento dimostrano ancora la lontananza dalla realtà di certi puristi… Per non parlare del software open: quindi voi puristi dell’open, non ascoltate neanche un mp3, vedete un divx (che tra l’altro hanno audio quasi sempre mp3 o ac3), non vedete video nel browser (Adobe flash è chiuso), non usate la scheda video come si deve (nvidia senza driver proprietari va malissimo, ati anche con quelli proprietari, ma almeno gestiscono il risparmio energetico)… Non capisco questa FORZATURA di avere una distro che usa dolo software libero, se poi tutti sono praticamente *obbligati* ad installare software proprietario… Per non parlare di mancanze allucinanti: impossibilità di vedersi un bluray originale, di vedere streaming Rai e Mediaset (non nominate moonlight), di avere software proprietari che sono lo standard in diversi campi (come avid media composer, pro tools, Autocad, Photoshop), una adeguata gestione del risparmio energetico, temperature altissime, mancanza di librerie proprietarie utilizzate in vari campi, come le directx, mancanza di programmi che permettano di vedere adeguatamente film in full hd (come, per esempio, i codec coreavc).

Inserisci il tuo commento