GNOME 3, temi: nuovo servizio in arrivo

ilovegnome

È stata annunciato proprio qualche giorno fa un nuovo servizio per l’installazione di temi per GNOME 3 direttamente dal proprio browser tramite l’installazione di un plugin oppure, per coloro maggiormente sensibili alla tematica della sicurezza, tramite un comando generato direttamente sul sito di riferimento da digitare sulla propria linea di comando.

La Beta del servizio che prenderà il nome di iLoveGNOME.org e che ricorda molto le funzionalità di extensions.gnome.org sarà aperta tra pochi giorni con una prima versione di prova del plugin dedicato all’installazione dei temi. Dopo un periodo di testing e di eventuali correzioni al codice del plugin, il servizio verrà rilasciato in forma definitiva ed il codice sorgente del plugin stesso verrà pubblicato su Github.

A quanto sostiene Alex Diavatis (creatore di worldofgnome.org e dello stesso ilovegnome.org), il servizio da lui creato permetterà non solo l’installazione di temi e di set di icone ma conterrà, inoltre, delle guide rivolte a coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo di GNOME (Getting Started guides e HowTo) ed una mappa basata su Google Maps che darà la possibilità ad utenti e sviluppatori di registrare la propria posizione. Le premesse sono molto interessanti, voi cosa ne pensate?

Vi rimando, intanto, all’anteprima del servizio:

Tag: ,

Commenti

  1. [1]

    solo io guardando il video sentivo di sottofondo i santioni di quello che doveva aprire nuove finestre e affiancarle in quella m3rd4 di Gnome Shell? XD

    no davvero… il fatto che non lo provo più da millenni me lo aveva fatto dimenticare, ma quanto fa schifo quella shell in fatto di gestione delle finestre? Madonna mia dei tracchigi necessari per mettere due finestre “affiancate” (fra virgolette perchè manco sono affiancate realmente, con sprechi di spazio enormi)… bah

  2. [2]

    W Internet, che permette anche a chi vuole solo riempire questi spazi di sproloqui senza senso, di dare aria ai denti.
    w Internet.

  3. [3]

    evviva! XD

  4. [4]

    Certi commenti mi fanno riponderare su quanto sia opportuno concedere la banda larga a strati così vasti di popolazione.

  5. [5]

    Ok, nuova proposta di legge, per poter usufruire di internet in modalita’ lettura/scrittura si decidera’ caso per caso secondo criteri rigidi, chi non risultera’ adatto almeno potra’ leggere (naturalmente per il riconoscimento individuale sara’ impiantato un chip nel testicolo destro)
    L’unico bocciato a priori sara’ telperion -.-

Inserisci il tuo commento