Mandriva: la distribuzione affidata alla comunità

Mandriva logo

A seguito dell’assemblea degli azionisti lo scorso aprile, che aveva salvato da fine certa Mandriva, erano rimasti alcuni dubbi sul destino della nota distribuzione francese. La decisione, attesa per metà maggio, è arrivata: Mandriva torna alla comunità. L’annuncio di Jean-Manuel Croset:

[...] dopo aver letto tutti i vostri messaggi, suggerimenti, idee e commenti, Mandriva SA ha deciso di trasferire la responsabilità della distribuzione Mandriva Linux ad una entità indipendente. Ciò vuol dire che il futuro della distribuzione non verrà più deciso dalla compagnia Mandriva, ma lasciamo che la distribuzione si evolva sotto la responsabilità della comunità.

Nonostante questo passaggio di consegne, previsto nei prossimi mesi, lo stesso Croset ha confermato che Mandriva provvederà al supporto ed al finanziamento della distribuzione, ora in attesa della nascita di un gruppo di rappresentanti all’interno della comunità. In molti inoltre, chiedevano la trasformazione di Mandriva in una forma di progetto simile a Fedora. La risposta, arrivata direttamente sul forum, non si è fatta attendere:

In molti ci hanno detto (specialmente nella casella di posta community@) di volere RedHat/Fedora come esempio da seguire. Anche se ci stiamo avvicinando a questo modello, la relazione non sarà la stessa (correggetemi se sbaglio) dato che Fedora non è indipendente da RedHat e le sue decisioni [...] nel nostro caso, quando sarà creata la struttura e tutti i problemi legali risolti (trademark ecc), l’amministrazione di Mandriva Linux sarà sotto la responsabilità solo e soltanto della comunità.

Tag: ,

Commenti

  1. [1]

    Mageia racconta un’altra storia:

    Mageia rifiuta la riunificazione con Mandriva.

    Mandriva diventerà una derivata di Mageia (con una sua distro rivolta alle imprese).

    A giorni arriva Mageia 2.

    Fonte:
    http://blog.mageia.org/it/2012/05/21/mageia-chiude-il-cerchio/

Inserisci il tuo commento