Gentoo: Portage passerà a Git?

Gentoo 12.0 LiveDVD

Per una delle distribuzioni più longeve e senz’altro più rappresentative del panorama GNU/Linux, Gentoo, potrebbe avvenire un importante cambio di rotta. L’albero di Portage, il repository degli ebuild – ricordiamo che Gentoo è una meta-distribuzione costruita da sorgenti (tranne poche eccezioni) – fin dalla sua nascita gestito tramite CVS, potrebbe migrare a Git, così come avviene per il suo fork Funtoo
Linux
creato da Daniel Robbins.

CVS è un sistema di controllo versione nato nel lontano 1990 e che comincia ad accusare segni di “vecchiaia”, se paragonato ad alternative più moderne come Mercurial, Bazaar e appunto Git, quest’ultimo usato dagli sviluppatori del kernel Linux e da migliaia di programmatori in Rete. Negli ultimi giorni, sulla mailing list gentoo-devel è iniziata la discussione sulla possibilità di trasformare Portage in qualcosa di più “moderno” e veloce.

I vantaggi si preannunciano interessanti: riduzione dei tempi di sincronizzazione per gli utenti (che ora avviene con Rsync), l’eliminazione dei file di ChangeLog (contenenti la cronologia dei singoli pacchetti, sostituita dai commit di Git) e Manifest (ovvero hash multipli dei singoli archivi, file .ebuild e relative patch), con una consistente diminuzione dei file totali di Portage.

Ma non mancano le critiche di alcuni sviluppatori, scettici sulla struttura di Git; nel dibattito ha fatto la sua comparsa anche Fabio Erculiani, il creatore della distribuzione Sabayon e che così ha risposto ad un follow-up piuttosto sarcastico:

La differenza è che mentre Git è più veloce, ha un rate WTF/secondo molto basso e ti costringe a fare le cose per bene, mentre altro [...] software invece non lo è, e su questo sono d’accordo.

Tag: ,

Commenti

  1. [1]

    L’albero di Portage e’ scaricabile dall’utente tramite rsync, e si prevede che, almeno a breve, questo stato di cose non cambi.
    A essere ancorata a CVS, per quanto ne so io, e’ la ‘dev side’.
    .
    Si parla di GIT su Portage da piu’ di 5 anni, ma non e’ mai stato adottato principalmente per il fatto che comporta una maggiore occupazione su disco rispetto, appunto, a rsync, nonostante la significativa differenza di velocita’ tra le due soluzioni.
    .
    Ho personalmente provato per breve tempo Funtoo circa 2 anni fa, e devo dire che il divario prestazionale in tale ambito era notevole.
    Non mi concentrai tuttavia sull’occupazione di spazio, in quanto l’albero di Funtoo, almeno all’epoca, inglobava sia quello ufficiale che alcuni overlay, rendendo laborioso il confronto.

  2. [2]

    ma non doveva essere il futuro POrtage? Non era uno degli strumenti piu’ potenti di Gentoo? E’ proprio vero che le distro linux sono zone ad alto livello sismico, non c’è mai qualcosa che rimanga in piedi più di qualche anno, è sempre tutto in discussione. Fa straridere.

  3. [3]

    @chris m:
    Ehm… guarda che mica è stato dismesso, si sta solo discutendo se conviene usare git invece di rsync per aggiornare l’albero portage.

  4. [4]

    chris m,
    > ma non doveva essere il futuro POrtage? Non era uno degli strumenti piu’ potenti di Gentoo?
    .
    E’ esattamente perche’ funziona che ci stanno pensando da 5 anni e non si sono ancora decisi, a differenza di Daniel Robbins che, con la sua Funtoo, apporta novita’ a ritmo molto aggressivo (come la Gentoo di una volta) ma, diciamo, con poca QA.
    In fin dei conti, Portage e’ un software complesso e ha funzionalita’ non contemplate in apt, yum e compagnia.

  5. [5]

    Nell’articolo c’è qualcosa di sbagliato. Non si è mai parlato di cambiare rsync per git.
    Lato utente ci sarà sempre rsync; il cambio avverrà lato sviluppatori da cvs a git.

Inserisci il tuo commento