I 5 motivi per non aggiornare subito a Ubuntu Intrepid 8.10

Come sappiamo, la tanto attesa distribuzione di Canonical, ha rilasciato Ubuntu 8.10 Intrepid Ibex. La nuova distribuzione, sembra essere ben accolta dalla blogosfera, ma come consiglia PaolettoPN nel suo blog è meglio aspettare prima di aggiornare Ubuntu 8.04 a Ubuntu 8.10.

I motivi per non aggiornare subito, sono diversi e validi, e come vedremo, in diversi casi fare un aggiornamento subito potrebbe compromettere il funzionamento del sistema operativo. Ecco una lista dei 5 motivi per non aggiornare.

  • Al posto: Se si ha una connessione lenta, perché aggiornare quando con ShipIT, si può far arrivare Ubuntu via posta a casa propria?;
  • Al posto: Ubuntu 8.04 è LTS, ossia “Long Term Support”, quindi ha un supporto di ben tre anni, contro i 18 mesi di Ubuntu 8.10;
  • Al posto: I server di Ubuntu saranno intasati per il grande traffico portato dagli aggiornamenti dai vari user, e la connessione potrebbe cadere;
  • Al posto: Esattamente come il 3° posto, dato il gran numero di utenti che aggiornano, l’upgrade del sistema operativo sarà molto lento e richiederà ore particolarmente nei primi giorni;
  • Al posto: L’upgrade a Ubuntu 8.10 potrebbe comportare qualche problema post-upgrade o la perdita delle vostre configurazioni, o addirittura il non funzionamento del sistema.

Ovviamente, in questi cinque motivi, siamo stati abbastanza pessimisti, dato che il 1° e il 3° motivo sono molto poco probabili anche se hanno una minima percentuale di possibilità. Aspettare una settimana conviene per chi vuole avere la sicurezza. Se invece siete “utenti coraggiosi”, non vi resta che aggiornare con la nostra guida.

Tag: , , ,

Commenti

  1. [1]

    Concordo pienamente! anche se su un mio pc ho già fatto l’upgrade ed è andato tutto alla grande! comunque avevo già pronto un bel backup…non si sa mai….

  2. [2]

    Mi pare abbastanza pessimista la situazione presentata :D …e in più riguarda tutti gli upgrade di sempre non solo di intrepid.
    DI intrepid io invece per esempio noto un bug fastidioso di rhythmbox che non importa i file da condivisioni samba

  3. [3]

    Pessimista?? Se la versione attuale che usi è stabile e ti soddisfa non c’è alcuna ragione valida x fare l’aggiornamento. La nuova versione non è necessariamente più stabile, più performante e più in generale migliore della precedente!
    Esempi:
    - webcam sempre andata correttamente dalla 6.06, ora ha smesso di andare con il cerbiatto
    - wirelless: non viene più riconosciuta a caldo agendo con il blocco hardware
    - LAN: dopo uno standby non sempre viene riconosciuta
    Poi ok, qualche miglioramente c’è stato:
    - abilitazione finalmente automatica del frequency scaling
    - migliore supporto alla scheda grafica intel con configurazione a caldo con xrandr (il file xorg.org è ancora più bianco della hardy: è un commento neutro, non ho ankora avuto modo di farmi un’idea su questo!)
    Ma i miglioramenti non sono abbastanza per compensare le perdite subite!!

  4. [4]

    io non ho ancora avuto particolari problemi…
    qualcosina giusto con il nuovo programma che gestisce le connessioni di rete…

    ma probabilmente sono io che devo entrare nell’ottica del cambiamento! ;)

  5. [5]

    Eh no! non sei tu il problema con il nuovo gestore delle connessioni.
    Ho postato qui http://forum.ubuntu-it.org/index.php/topic,228865.0.html una lista dei miglioramenti e delle cose che hanno smesso di andare. La lista è solamente un elenco oggettivo di fatti, non ho volutamente espresso alcuna opinione in merito.

  6. [6]

    Sulla scia di questo post si potrebbe scrivere un articolo sui 10 motivi per cui non bisogna uscire ma di casa

    10) dicono che fuori faccia freddo
    09) potrebbe piovere
    08) un cane potrebbe pisciarvi sulla gamba
    07) un poliziotto impazzito potrebbe inavvertitamente aver dimenticato la pistola disassicurata e spararvi nelle chiappe
    06) fuori casa è difficile trovare il posto in cui sdraiarsi
    05) L’inqinamento può danneggiare i vostri polmoni
    04) un’automobile potrebbe investirvi
    03) Uno spacciatore potrebbe tentare di vendervi della roba illegale
    02) Camminare è faticoso
    01) Se cammmini per strada come fai a navigare su oneopensource?

    È vero che oggi gli scaricamenti saranno un po’ rallentati ma comunque sappiate che ci vogliono sempre ORE per scaricare e installare un upgrade. Io ieri (e non c’era in giro nessuno a scaricare la RC) ho impiegato un’ora e 26 minuti, quindi per definizione, se avete fretta non effettuate un upgrade ma optate per un’installazione pulita scaricando la iso tramite bittorrent. Sulla stabilità vorrei rassicurare tutti: Intrepid è la prima “.10″ che mi soddisfa da molto tempo. In genere ho sempre preferito le release di aprile, ma Intrepid aggiunge piccole comode cose ad Hardy senza comprometterne la leggendaria stabilità. Sul mio computer è tutto migliorato, compresi i driver wireless e il supporto al touchpad. L’upgrade o il passaggio ad Intrepid è consigliatissimo.
    Se volete sapere di più riguardo alla procedura di upgrade eccovi una breve recensione di update-manager

  7. [7]

    @Neff esageri un po eh, :P

    Concordo pienamente invece con @PaceyIV e aggiungerei quindi un sesto motivo per non aggiornare,

    6) Se il sistema funziona non si sa mai dove si va incontro :P

    Anche se questo rende sempre più pessimistica la cosa. Comunque questo post è stato scritto non solo in modo ironico e pessimistico, ma è stato scritto per la gente che è nuova con Linux e non vuole avere problemi.

    Nicola

  8. [8]

    @Nicola

    continuo a non capire. L’unico modo per avere un computer che non da problemi è tenerlo spento :D .
    E poi cosa vuol dire che un computer “funziona”? anche il mio pentium 133 con windows 95 funzionava, ma di release in release vengono corretti bachi, migliorati i driver, migliorato il sistema grafico. Di solito l’utenza tipo sceglie ubuntu perchè è diverso dagli altri sistemi. Una delle particolarità di ubuntu è quello di non invecchiare mai proprio grazie all’upgrade semestrale. Se si toglie quello ok, si avrà il computer che funziona, ma si perde secondo me molto di quello che rende linux qualcosa di speciale.
    Naturalmente qui mi riferisco all’edizione desktop in un ambiente casalingo. Il target della LTS è piuttosto per gli utenti aziendali che devono gestire centinaia di macchine e che devono essere testati per garantire la migliore stabilità. A questo tipo di utenti io consiglio addirittura distribuzioni ancora più testate, come ad esempio debian stable, CentOS e amici vari.

    Agli utenti niubbi che mi stanno particolarmente simpatici consiglio di non farsi impaurire da tutto questo terrorismo psicologico. Aggiornare ubuntu è semplice come fare un clic e aspettare per un’ora e mezza. Sul mio blog ho testato il programma di aggiornamento per vedere quali problemi possono verificarsi e posso assicurare a tutti che l’update manager fa veramente bene il suo dovere.

    Non capisco perchè coltivare il pessimismo…dopotutto… “L’ottimismo vola” (cit.) ….e non aggiungo altro (è meglio ;) )

  9. [9]

    A me veramente ancora non mi ha avvisato il gestore degli aggiornamenti che è uscita la nuova versione dell’ubuntu :=(

  10. [10]

    Non dico altro e spero di non aver avviato un flame!! :)

    Come già qualcuno ha ricordato, la 8.04 è una versione LTS e quindi perchè migrare subito alla nuova 8.10?

    Se invece volete avere ‘sotto il cofano’ il nuovo motore Gnome e Xorg e altre belle cose implementate con la versione 8.10 allora avanti!

    Niente di pessimistico, solo che io uso i miei PC per lavorare e attualmente non ho tempo disponibile per sistemare eventuali piccoli bug provenienti dall’aggiornamento.

    Belle cose a tutti!

  11. [11]

    Concordo in pieno con neff…ognuno la vede come vuole ma spaventare le nuove leve non mi sembra una cosa tanto intelligente.
    Se vuoi stabilità supersicura rimani con l’LTS ma non scassare a chi ti dice che preferisce aggiornare tutto pur sapendo che problemi ce ne possono essere (come no).
    Invece si potrebbe discutere se realmente le LTS sono “trattate meglio” rispetto alle altre release…per esempio anche io considero più stabile intrepid piuttosto che hardy 6 mesi fa.

  12. [12]

    @monissido
    Se sei tipo che si spaventa per così poco, molto probabilmente non hai nemmeno provato una qualsiasi distribuzione di GNULinux. Non è una politica di terrorismo questa, ma solo un warning: prima di fare qualsiasi aggiornamento pensaci su due volte, in qualunque contesto. Che sia software prioritario e non. Specialmente se la versione ke stai usando è stabile e ne sei soddisfatto non c’è alcun reale bisogno di aggiornare.
    Quanto alle LTS, per quanto mi riguarda non sono affatto “trattate meglio”, le 2 che ho provato le ho trovate molto più instabili delle altre. Con la Hardy per avere stabilità ho dovuto usare la versione a 64bit, e sn migrato preso allo stambecco con la beta.
    Tuttavia sto notando che dalla hardy alla intrepid si sta segnando un trend negativo per quanto riguarda la gestione e riconoscimento hardware su un notebook ASUS, che monta esclusivamente hardware intel. La 7.10 a mio avviso rimane l’ultima distribuzione seria!
    Poi perchè allora ho aggiornato? Perchè sono un utente Linux, e per quanto mi posso lamentare che le cose stanno andando peggio, in fondo in fondo, nell’intimo, mi piacciono queste avversità: se va tutto bene, perfetto posso dedicarmi solo al mio lavoro, ma se c’è qualcosa che non va, allora inizia anche il divertimento! :)

  13. [13]

    mah, mi sembrano dei consigli piuttosto inutilili onestamente. inoltre 3 problemi su 5 parlano della stessa cosa…
    io, come sempre da anni, ho aggiornato quando era ancora in beta e non ho mai avuto problemi.

  14. [14]

    mi hai travisato…io non mi spavento perchè non mi reputo una nuova leva…anzi ti dirò la pensiamo uguale per quanto riguarda la sfida che un problema ti porge…
    Se col computer ci lavorate è un altro discorso ma io col computer ci “gioco” soprattutto e risolvere un problema è solo una sfida in più durante le giornate piovose come queste :D .
    Io dico che ognuno nel suo piccolo dovrebbe avere questa ottica usando linux perchè è nel dna del sofware libero la completa libertà di smanettamento da parte dell’utente…se il sistema operativo lo si continua ad usare solo passivamente è meglio tornare a windows (non è vero ho esaerato ma era per capire :D )

  15. [15]

    @davide
    Evidentemente qualcuno del teem di sviluppo ha la tua stessa identica piattaforma hardware.
    In linea generale poi, i commenti come “non funziona niente” e all’antipote “funziona tutto/mai avuto problemi” sono commenti del tutto stupidi e privi di fondamento. Non si hanno MAI situazioni così nette: sono due limiti irraggiungibili!

  16. [16]

    cacchio maledetti!!! mi avete fatto prendere un colpo!! stavo giusto aggiornando ora alla 8.10. si è un po lento ma non è un problema. i motivi dal 2 al 5 sono opinabili. l’unico è il primo ma è una possibilità remota!!! dal 2006 ho sempre eseguito l’upgrade appena disponibile ed è sempre andato liscio

  17. [17]

    Secondo me si sta facendo passare il messaggio sbagliato, e cioè che intrepid sia una distribuzione instabile. Per esperienza posso dire che è vero il contrario. Questa intrepid la percepisco come un “update” di hardy, difatti molti problemi riscontrabili nella 8.04 sono stati risolti. Ritorno a dire che “l’unico computer stabile è un computer spento”, difatti chi ha usato quello che qualcuno qui definisce un sistema “passivo” in cui ci si lavora e basta sta dimenticando le ore a ripulire, deframmentare, proteggere con l’antivirus, l’antispyware, gli aggiornamenti di windows. Anche i Mac non sono meglio, chi crede alla campagna “it just work” di Apple o è particolarmente influenzabile dalla pubblicità o non ha mai usato un mac. Io si, mio padre ne ha 7 in ufficio (è un grafico) e non vi dico le minkiate che mi è toccato vedere in questi ultimi anni. Programmmi che crashano “inaspettatamente” (cit), Kernel Panic ecc causano grattacapi anche a chi spende molto per un sistema operativo che dovrebbe essere leggendariamente stabile.

    Per questo non capisco la politica del “non aggiornare”. Posso capire chi non lo fa perchè ha testato a fondo una soluzione software-hardware in azienda e non può permettersi di “rischiare” con una nuova versione, posso capire chi aspetta a farlo per non intasare la rete però quello della stabilità è un mito. Hardy è secondo me molto meno stabile di Intrepid, eppure l’ho considerata “stabile” per tanti mesi. È chiaro ogni volta che si aggiorna c’è un breve momento di tensione che bisogna affrontare, ma se si salvano i dati in una partizione a parte (come faccio io) alla peggio si reinstalla tutto in 20 minuti con un fresh install. Che problema c’è? È più o meno il tempo che impiegavate qualche anno fa per eseguire una scansione del vostro antivirus :)

  18. [18]

    Ripeto, questo articolo è stato scritto per coloro che utilizzano il computer per lavorare esattamente come dice PaolettoPN, nel caso ci siano eventuali bug, non ha tempo per correggerli dato che usa il computer per lavoro.

    Ovviamente, questo articolo non vale per i semplici linuxiani che giustamente non si accontentano se non aggiornano prima che la distribuzione esca ;)

    Nicola

  19. [19]

    Ragazzi purtroppo devo dare ragione a Nicola … Ebbene si io lo avevo aggiornato.. e “Puf” non mi caricava piu gnome… ora sono da windows.. e me lo sto scaricando.. quindi un consiglio NON aggiornatelo.. dall’updater!.

  20. [20]

    Quoto quanto detto qua sopra da Nicola,

    non ho mai detto che non si debba aggiornare alla 8.10, solo di farlo con la consapevolezza di doversi rimboccare le maniche per sistemare qualche piccola anomalia e/o perdita di configurazione.

    Chiaramente, come già detto, consiglio di attendere qualche tempo a tutti coloro che usano la distribuzione Ubuntu per lavoro, in modo da ottimizzare al meglio i file contenuti nella nuova 8.10.

    Non ho mai creduto nè desiderato creare dei dubbi circa un’eventuale instabilità o che altro della nuova edizione; solamente creare una certa consapevolezza verso coloro che sono alle loro prime installazioni su Pc che poi usano ogni giorno per lavorare.

    Ben vengano tutti coloro che hanno già fattoil grande passo dell’upgrade e a tutti quelli a cui l’upgrade si è completato senza ALCUN problema.
    Pensiamo sempre che chie legge può anche essere meno esperto di noi e che quindi va portato per mano a conoscere il nostro splendido sistema operativo open source; un pò di cautela non ha mai fatto male a nessuno, no?
    Ho desiderato scrivere queste due righe in quanto sia chiara la mia posizione e quella riguardante il funzionamento dell’aggiornamento Ubuntu.

    Belle cose a tutti e divertitevi con Ubuntu, qualsiasi versione usiate!

  21. [21]

    Volevo soltanto precisare che in questo articolo viene consigliato di non aggiornare subito, non di non aggiornare per niente.

    In questo articolo qui ho scritto a chi era riferito questo post, e i motivi per cui l’ho scritto http://notsecurity.com/e-uscita-ubuntu-810-intrepid-aggiornare/

    Nicola Greco

  22. [22]

    Salve a tutti.. purtroppo io ho aggiornato ubuntu dall’upgrade allora innanzitutto ci ho messo 7 ore… (questo puo essere anche colpa della connessione, ma comunque ho un adsl da 4 mb)poi alla fine mi ha riavviato il pc… e nn mi partiva piu ubuntu..!!! Ora l’8.10 me la sto scaricando da windows… e poi formattero la partizione dove avevo installato ubuntu 8.4..
    Quindi ragazzi NON aggiornatelo dall’updater..!!! E comunque invece di accusare gli altri, testate se la cosa è vera o no.

  23. [23]

    @Alessio, non ti preoccupare, non stiamo accusando nessuno ;) stiamo discutendo riguardo gli aggiornamenti.

    Hai fatto bene a raccontare la tua esperienza. Come potete vedere c’è qualcuno che ha patito. Ovviamente non concordo con la frase “Non aggiornate dall’updater”, ma il consiglio è non aggiornate subito, ma aspettate un po prima di aggiornare.

    Nicola Greco

  24. [24]

    Nonostante tutti ci aspettassimo l’intasamento dei server ma i mirror hanno retto alla stragrande!

  25. [25]

    Sono un neofita di Linux, più specificatamente di UBUNTU.
    Avevo installato per la prima volta la versione 7.10, con mia grande meraviglia e soddisfazione ho potuto constatare che tutta la configurazione del PC un pò datato è stata riconosciuta ed installata.
    Sulle ali di questo successo, appena è stata disponibile la versione 8.04, ho fatto l’upgrade.
    Non l’avessi mai fatto: la stampante (condivisa da un PC windows) non funziona più, la rete WORKGROUP non viene più vista, ecc…
    Voi che ne pensate?

  26. [26]

    Ragazzi io ho voluto aggiornare senza voler fare backup, risultato? Poichè non ho aggiornato le configurazioni del bootloader, ho reso il disco totalmente inaccessibile. Quindi attenzione alle domande che vi vengono poste durante il processo d’installazione ;)

  27. [27]
  28. [28]

    Le stesse infamie le leggo a http://notsecurity.com/e-uscita-ubuntu-810-intrepid-aggiornare/ , è proprio necessario fare tutto questo terrorismo?
    Oggi il numero dei PC aggiornati da me da versioni precedenti a II passa da 4 a 5 e non ho avuto il minimo problema.
    Sono forse un fenomeno?

  29. [29]

    CIao, ho scaricato la nuova versione cosi come io stesso sono nuovissimo di ubuntu..bhe’ confermo i lati oscuri e i pregi..hd da risistemare..una volta installata solo lei..posso dire che e’ veloce e brillante..effetti spettacolari e abbastanza facile da utilizzare…peccato che non senta l’audio e la webcam integrata sul mio portatile, seppur riconosciuta, trasmetta le immagini al contrario! :-(
    Ora ho provato a contattare i vari forum ma in effetti non ho ricevuto risposta…
    In definitiva…carina..accattivante…ma penso che ci voglia ancora molto lavoro per “catturare” i nuovi arrivati..ho dovuto reinstallare windows…ma spero di poter usare prima o poi…
    ciao
    Gianluca

  30. [30]

    Se non hai la patente non comprarti l’automobile… tanto meno la Ferrari!

    5 punti inutili!

    Se non avete esigenze particolari aggiornate, i migliorameni delle distro derivano dal feedback degli utenti: questo e’ pensare “open”.

  31. [31]

    Non tutti gli upgrade vengono per nuocere….
    Io devo dire che stavo aspettando questa release, a furia esperimenti pacchetti extra repository e configurazioni personalizzate fatte a mano il mio pc era diventato un po una chiavica (mi ero perso la wireless, il localhost non veniva più configurato tanto per fare un esempio).
    Con l’upgrade (non da cd ma da rete) e avendo detto ogni volta di sovrascrivere i file di configurazione modificati ho risolto tutti i problemi.
    L’upgrade è stato veloce, in meno di un’ora avevo finito.

  32. [32]

    Io non ho mai avuto la possibilità di usare internet perchè posso collegarmi solo tramite chiavetta USB ONDA mt505up (TIM)
    quindi se è vero che la versione 8.10 risolve i problemi di interfaccia con tali chiavette potrò finalmente cominciare ad usare (e imparare) UBUNTU.

  33. [33]

    Come gli scettici possono vedere, a qualcuno come nel commento 25 e 26, qualcuno ha avuto problemi piuttosto gravi facendo un upgrade, è giusto che vadano avvertiti coloro che sono alle prime armi e dirgli che cosa ci si potrebbe aspettare no ?

    Bastava una sola settimana di non-aggiornamento per vedere se gli altri hanno riscontrato problemi.

    Nicola Greco

  34. [34]

    ciao, scrivo ancora perche’ vedo che tra gli esperti sta nascendo un po’ di negativita’…ragazzi, io l’ho installata, ho dovuto riformattare, ma per quanto nuovo di ubuntu alla fine devo dire che mi e’ piaciuta. Ora, sicuramente, ci sono dei problemi ma se non sbaglio l’open source e’ anche questo…sperimentare, condividere esperienzee lavorare…eheheheh…non la voglio buttare sul romantico ma mi sembrava necessario dare il mio contributo.
    Ciao a tutti
    Gianluca

  35. [35]

    @Nicola

    Nessuno sta rifiutando di riconoscere che ogni volta che si aggiorna possano nasacere dei problemi. Il modo in cui questo viene detto può essere più o meno allarmistico e ciò che ho criticato in questo post è il fatto che si facesse “terrorismo psicologico” spaventando i nuovi utenti invece di convincerli ad adottare un comportamento ragionato.
    Io stesso sul mio blog, ben prima che qui comparisse questo articolo ho sconsigliato agli utenti poco avventurieri di effettuare subito un upgrade, ma fare le 5 ragioni per cui non bisogna aggiornare è qualcosa di ben più allarmistico Io posso consigliarti se vuoi essere di non uscire con la pioggia ma tutto suona diverso se ti cito 5 motivazioni per non uscire con la pioggia.

    Le 5 ragioni contro l’aggiornamento sono futili perchè esisterebbero ben di più ragioni per effettuarlo. Eccone giusto alcuni che mi vengono immediatamente in mente

    1) Connettività migliorata (reti 3g, ip fissi, reti vpn)
    2) Usabilità migliorata (nuovo nautilus, nuovo user switcher applet)
    3) Supporto hardware migliorato, maggiori velocità delle schede wireless intel
    4) Cartella utente cifrata
    6) Possibilità di creare Live USB
    7) KDE 4.1 (per gli utenti KUBUNTU) con nuovi effetti desktop KWIN

    ma se ne potrebbero citare molti di più. Se volete dare un consiglio di cautela è ben lecito farlo, però creare stupidi allarmismi è manipolatorio e controproducente

  36. [36]

    Tutto molto interessante e bello ma…qualcuno ha fatto una prova di compatibilità con queste benedette USB ONDA e simili per non dover più preoccuparsi della loro connessione e quindi poter finalmente usufruire di un (buon) collegamento internet?

    Con la 8.04 non sono riuscito ad effettuare tale collegamento, nonostante sui vari forum ci siano “istruzioni” per questo, ma per un motivo o per l’altro sono spesso instabili e quindi poco affidabili.

    Per chi, come me , non ha linea telefonica fissa (telecom) è l’unica soluzione per collegarsi al web!!!!

  37. [37]

    Ascoltatemi se non volete problemi dimenticatevi per adesso di aggiornare, prsenta una grossa lacuna il network.manager e possile che non vi faccia navigare rimandendo senza adsl, io lho provata, e ne sono rimasto malissimo, pertanto l’ho disinstallata.

  38. [38]

    @Rudy e @Giuseppe,
    grazie epr le segnalazioni,

    volevo rispondere @Neff,

    il mio obiettivo non era fare “allarmismo psicologico” era solo un consiglio, e non per essere puntigliosi, ma mi sembra giusto dirlo,

    Quando tu dici: “fare le 5 ragioni per cui non bisogna aggiornare è qualcosa di ben più allarmistico ”

    Io non ho fatto le 5 ragioni per non aggiornare, io ho fatto le cinque ragioni per non aggiornare subito

    Vedendo il post con i tuoi occhi, (dato che mi capita spesso farlo, per vedere cosa può pensare l’altro), forse potrei aver esagerato, ma non era mia intenzione.

    Sicuramente ci saranno motivi positivi per passare a Ubuntu 8.10, sapete che vi dico? Aspettatevi presto un articolo con i 5 motivi per aggiornare ora che è passato un po di tempo a Ubuntu 8.10,

    Nicola Greco

  39. [39]

    …ma che casino…. mi giro un’attimo e guada quì che baraonda, …sembra di esser dalla parrucchiera della mia ragazza…

    Semplicemente:

    > Installi la nuova versione in una nuova partizione
    > installi pure tutti i software che sei abituato ad usare e hai già di là (Ubuntu 8.04 o quello che è…)
    > li lanci tutti uno a uno e poi chiudi (così facendo si crea la cartalla delle preferenze sulla tua home)

    …se vuoi le preferenze che hai “di là” in ubuntu 8.04, come la posta tanto per dire, oppure i preferiti, i temi, gli add-ond di firefox, e……

    > apri la home dell’8.04 visualizza “file nascosti”
    > trascini (ricordo che da una partizione all’altra non può far altro che copiare) le cartelle col puntino davanti, per esempio “.mozilla” nella home della nuova istallazione, se ti chiede se vuoi sovrascrivere digli di si…..nel caso succeda qualche casino butti la cartella (magari la rinomini, ad esempio “.mozilla_old”) e quando riavvierai la cartella verrà ricreata di default.

    Con questo sistema nel mio pc che orgogliasamente è “pure-linux” c’è

    > ubuntu 8.04
    > ubuntu 8.10
    > kubuntu 8.10
    > megacartellone/archivio con tutti i file che uso: lavoro/audio/video/bozzetti/impaginati/siti internet/fatture/etc……suddivisi a cartelle per coerenza…

    …..tantoccevò!

  40. [40]

    @dorylinux, quasi quasi ti do ragione, anzi, perchè installare su hard-disk se abbiamo le macchine virtuali ? :P

    (Prendete questo commento come provocazione ironica :-P )

    Nicola Greco

  41. [41]

    Ma fare gli aggiornamenti e vedere quel che accade per poi al massimo intervenire non vi piace proprio? Io ho imparato un mucchio di cose cosi, dalla piu’ semplice che e’ consultare un forum. Capisco quando si tratta di macchine destinate ad un ambito lavorativo ma se e’ vero che siamo su un portale che tratta open source si presume che i lettori ne mastichino o abbiano voglia di masticarne. Mi pare dai commenti che il lavoro debba essere relegato alla sola Canonical… ma se si voleva un prodotto sviluppato da un unico team sarebbe bastato metter su del software proprietario. tanto vale mettere su windows… in caso contrario allora che si sperimenti e che si produca documentazione informatica condivisa e disponibile. Questo fa cultura…!

  42. [42]

    @botero

    …capisco la “buona fede” ma presumi male.

    L’angolo dello smanettone è già da tempo ben presente in rete (e gli voglio bene :o ). Ci sono interi siti, forum e blog personali che lavorano su questo target. E’ giocoforza un target di nicchia: l’appassionato che ha tempo e risorse* per dedicarsi all’oggetto del suo desiderio, in genere non va oltre lo 0,6% del bacino d’utenza.

    Quello che PALESEMENTE MANCA è proprio un blog/sito/forum che parli in maniera chiara e semplice che “soddisfi” il restante 90,4% del bacino d’utenza, il quale ha le medesime esigenze ed aspettative e non trova nulla di adeguato.

    …quindi serve che informi ma, senza creare quell’imbuto, quel passaggio-obbligato , quasi una dittatura……, per proseguire la sua esperienza…

    * tempo e risorse sono disponibili perchè attorno a lui c’è un “logistico” invisibile ma concreto che lavora per lui da anni in silenzio:

    > papà ($ e tutto il resto che un padre può dare)
    > mamma (si prende cura di te e tutto il resto che una madre può dare)
    > mamma 2 – facente funzione, delle volte si passa dalla mamma ad una moglie-mamma, o compagna-mamma o equipollente che soddisfa le esigenze (nessuna la obbliga è anche per lei una sua esigenza) del suo uomo-bambino

    …. quotidianamente non ha grosse responsabilità del tipo moglie/compagna – debiti/mutui – figli.

    In questo contesto (da adulto) è chiaro che il dispendio di risorse è enorme, per complessità e responsabilità che giorno dopo giorno vanno soddisfatte.

    Quando il quotidiano è così le cose che possono essere semplici ti aiutano e te aiuti loro (diventi un’utente/utilizzatore) diversamente… beh, non c’è fiato per altre battaglie, hai già “dato” durante il giorno, sono anni che lo fai, e domani si ricomincia, quindi …

    Tutte le maggiori aziende questa cosa la sanno e la applicano da anni ed è perchè l’applicano che ottengono i risultati che tutti noi conosciamo.

    Non c’è quindi molto da inventarsi per far “andare” un prodotto, basta applicare questa semplice regola…

  43. [43]

    @dorylinux:
    Ecco è proprio quì il vero motivo.

    Se uno come me (in pensione e con

  44. [44]

    @dorylinux:
    Ecco è proprio quì il vero motivo.
    Se uno come me (in pensione e con

  45. [45]

    @rudy

    …ritenta sarai più fortunato :) )

  46. [46]

    …Ci riprovo!!

    Dorylinux ha pienamente il mio appoggio.

    UBUNTU ha un significato ben preciso(intendo la parola nella sua origine africana), se tutti coloro che hanno conoscenza del S.O. la mettessero ha disposizione dei neofiti il problema di quel 90% verrebbe risolto in maniera radicale con possibili sviluppi positivi nella diffusione di UBUNTU stesso.

    Quando nel forum a domanda rispondono con righe di testo da digitare sul “terminale”, a volte una altre intere schermate, come pensate si possa porre uno nelle mie condizioni di pressochè assoluta ignoranza?

    A volte pensi di aver scritto tutto per benino e il risultato è…ERRORE, vai a controllare e ti risembra tutto OK ma hai digitato uno spazio in più da qualche parte ed il comando che vuoi eseguire non …ti si fila per niente così rimani col dubbio che UBUNTU è DIFFICILE per le tue capacità e quindi ABBANDONI tutto salvo poi riprovarci perchè….non vuoi rimanere nel gruppone del 90%….!!!

    Scusate lo sfogo e ciao a tutti.

  47. [47]

    Mamma mia che raffica di post!! Nicola, ti saranno aumentate le percentuali di accesso del blog!! HI! :D

    Per tutti coloro che cercano aiuto, possono trovarlo sul forum di Ubuntu-it; molte informazioni riguardanti le procedure di installazione del S.O. e dei vari hardware wifi e altro ancora, si possono trovare sul wiki di Ubuntu-it.
    Provare per credere…
    Vi aspetto lì, assieme agli altri membri della comunità Ubuntu-it

  48. [48]

    Una cortesia per tutti …le righe di comando possono essere scritte più grandi e quindi più leggibili?

    Spesso non si distinguono i caratteri nemmeno con la lente di ingrandimento (sono pensionato ma non sono cecato…..)

    Grazie

  49. [49]

    @rudy

    …con firefox:

    > per ingrandire fai “ctrl++” (schiacci contemporaneamente il tasto ctrl ed il tasto +)

    > per rimpicciolire fai “ctrl+-” (schiacci contemporaneamente il tasto ctrl ed il tasto-+)

    > per azzerare lo zoom fai “ctrl+0″ (schiacci contemporaneamente il tasto ctrl ed il tasto 0….inteso come zero)

  50. [50]

    errate corrige:
    > per rimpicciolire fai “ctrl+-” (schiacci contemporaneamente il tasto ctrl ed il tasto -)

  51. [51]

    @dorylinux

    Cosa volevi dire? mbah! Io so che se Ubuntu e’ possibile e’ perche’ si incentiva una certa mentalita’: dire non aggiornare perche’ potresti avere problemi va contro qesta bmentalita’. Ripeto non parlo di macchine di produzione.
    Se usi windows non lo tocchi per paura di romperlo?Eppure tanti aggiornamenti hanno creato problemi ma mi pare che si continui ad aggiornare. Quindi il tuo discorso non ha senso! Si ha semplicemente paura di rompere qualcosa di complesso?? E come si impare allora? Ubuntu significa quel che significa in africano ma se io non divento migliore cosa condivido a vantaggio di tutti? Installare un driver e’ da smanettoni su windows?Risolvere problemi di un dato applicativo e’ da smanettoni? Signori questo e’ l’open source!

  52. [52]

    @tutti

    ..ecco ben rappresentato all’intervento 51 quanto da me esposto nell’intervento 42…

    Complimenti per la perentoria chiusura “Signori questo e’ l’open source!”, ….se questo è l’open source, ma per fortuna lo solo nella mente di pochi fedelissimi appassionati che comunque stimo e rispetto, possiamo chiudere baracca subito perchè grandi numeri, all’ordine del 95% della controparte non lo si raggiungerà mai.

    Mica tanto perchè il prodotto non sia all’altezza e che per diffonderlo ci vogliono anche idee chiare sul “come”.

  53. [53]

    Ma dove sta scritto che lo scopo primario dell’open source sia
    quello di raggiungere il 95% della controparte?????

    Lo scopo del software FLOSS (termine forse piu’ corretto) e’ quello di creare un alternativa LIBERA!

    Continuo a chiederti la stessa cosa… cosa c’e’ di pauroso nell’avere la capacita’ di installare un driver o ripristinare un applicazione dopo un aggiornamento? Cos’e’ che ti spaventa? se accade su windows non ripristini velocemente il tutto? Forse e’ Ubuntu che e’ complicata o sei tu che non hai le competenze?

    Se vogliamo veramente diffondere il sistema cominciamo a non cambiarne le fondamenta. Se poi mi dici che con il pc ci devi lavorare allora cambia tutto e mi pare di averlo detto diverse volte.

  54. [54]

    Quindi per Te UBUNTU è e deve rimanere un O.S. di nicchia dove “solo” i “più” (+ o – 10%) possono avere i privilegi e le conoscenze.
    Questo và contro lo spirito libero di UBUNTU e la Tua affermazione :

    “Se poi mi dici che con il pc ci devi lavorare allora cambia tutto e mi pare di averlo detto diverse volte”

    mi fà pensare (?) che fino ad ora ho perso il mio tempo e mi fà pentire di aver richiesto il CD con UBUNTU 8.10 tanto la mia conoscenza, facendo parte del “90%” di quelli emarginati, non potrà mai migliorare!!!

    Saluti

    Rudy

  55. [55]

    “Quindi per Te UBUNTU è e deve rimanere un O.S. di nicchia dove “solo” i “più” (+ o – 10%) possono avere i privilegi e le conoscenze.”

    Questo lo pensi tu, io non l’ho mai detto!

    Dico solo che se per un utente windows installare un driver o un aggiornamento e’ normale, chi non lo sa fare chiama un tecnico. Quando si tratta di un sistema linux invece si dice di non aggiornare per evitare noie o perche’ diventa difficile mettere le mani su un sistema che si presume complesso! Per ogni problema su ubuntu ho trovaro un work-around in meno di 48 ore. Si considera la ricerca sui forum o su google roba da smanettoni o una perdita di tempo? Chiama un tencico! Ma mi pare che chi si accosta a questa tipologia di sistemi sia mosso da uno spirito e da una volontà diversa da un comune utente e i consigli letti in questo articolo vanno nel senso contrario.
    Installa Windows.

    In ambito di produzione mi pare gia’ addirittura avventato (nonostante la 8.04 sia LTS) usare ubuntu, quando ci sono distro piu’ solide come la stessa Debian. E comunque fare un dist-upgrade su un sistema magari considerato critico e comprometterne le funzionalita’ non e’ propriamente indicato. In quel caso gli aggiornamenti consigliati sono solo quelli di sicurezza.

    Cosa c’e’ di eretico nel mio discorso?Sono aperto ad ogni critica.

  56. [56]

    …forse ho male interpretato il Tuo scritto.
    Cmq. la mia “critica” vuole portare il maggior numero di persone ad usare in modo il più semplice ed intuitivo l’UBUNTU.

    Se questo ,per svariati motivi , non è possibile vuol dire che tale O.S. non è per tutti….come si vorrebbe far credere.

    A questo punto o uno si (ri)mette a “studiare” o rinuncia e
    si (ri)affida a Bill Gates (e se con la 8.10 non risolvo il problema ONDA 505 mi sà che dovrò rinunciare, perchè senza internet che ci faccio?).

    Rudy

  57. [57]

    Questo sarà il mio ultimo intervento perche’ non vorrei monopolizzare il thread.

    “Se questo ,per svariati motivi , non è possibile vuol dire che tale O.S. non è per tutti?.come si vorrebbe far credere.”

    Ma windows e’ per tutti o semplicemente tutti lo usano? Mi pare che l’80% dei problemi derivati da Windows siano per incapacità o incuria degli utenti (sicurezza in primis).
    E’ in questo che gli utenti linux sono o dovrebbero essere diversi aiutati da una certa inclinazione congenita alla sicurezza del sistema.

    Il motivo per cui mi pare una corbelleria indurre a non aggiornare e’ proprio perche’ negli aggiornamenti ci trovi correzioni e miglioramenti tra cui anche quelli relativi alla sicurezza.

    Prova a pilotare un aereo senza patente e vedi che succede.

Inserisci il tuo commento