Tag Archives: openoffice

La regione Emilia Romagna migra ad Apache OpenOffice

La pubblica amministrazione italiana sta mostrando sempre maggiore interesse verso il software libero e le distribuzioni Linux. Di recente la Provincia di Macerata è migrata a Libreoffice e presto effettuerà il passaggio a Linux. In queste settimane invece tocca alla regione Emilia Romagna che sta per effettuare la migrazione alla suite d’ufficio libera Apache OpenOffice. Si tratta di una scelta relativamente discutibile, infatti in molti si sono chiesti il motivo di tale scelta visto che LibreOffice è ad un livello di sviluppo più avanzato rispetto ad Apache OpenOffice.

Le prime fasi della migrazione prevedono l’installazione della suite sui 300 computer della Direzione Generale Agricoltura. L’obbiettivo finale è migrare tutti i pc della regione entro il 2014 andando a risparmiare ben 2 milioni di euro di licenze per Microsoft Office. Il passaggio alla nuova suite non porterà solo vantaggi economici, anzi grazie al progetto la pubblica amministrazione emiliana ha scelto di non obbligare i cittadini ad usare software closed source anche nei loro pc di casa.

Continua »

Tag: , ,

Apache OpenOffice 4.0 disponibile per il download

Il team di sviluppo di Apache OpenOffice è felice di annunciare il rilascio della nuova stable release. Si tratta della prima major release dopo più di un anno di sviluppo e dopo il passaggio di consegne di Oracle alla comunità e alla fondazione Apache.

Infatti dopo che Sun è stata inglobata in Oracle è stato deciso di cessare il supporto commerciale alla famosa suite d’ufficio libera OpenOffice; il suo codice insieme a parte degli sviluppatori è stato passato nel progetto Apache Incubator, cambiando nome nell’attuale Apache OpenOffice, mentre molti altri developer hanno preferito iniziare il progetto LibreOffice sotto la neonata fondazione The Document Foundation.

Continua »

Tag: , ,

OpenOffice: Friburgo vuole tornare al software proprietario

Brutte notizie per le suite da ufficio libera sono arrivate in queste settimane dall’Europa. L’amministrazione comunale di Friburgo, in Svizzera, comunica la sua intenzione di tornare all’acquisto di licenze di Microsoft Office, non ritenendo un successo il tentativo di adozione di OpenOffice. Nel 2007 il consiglio cittadino di Friburgo decise, in un’ottica di adesione agli standard aperti, di adottare il formato ODF e la suite OpenOffice.

Da allora, per via di applicazioni specifiche incompatibili con ODT e di problemi nel condividere documenti con soggetti terzi, la realtà pratica è stata una base mista di installazioni di OpenOffice e Office 2000. Il comune consentiva l’acquisto di licenze per versioni di Office più recenti solo in presenza di una necessità argomentata. Ora la decisione è stata invertita a maggioranza, adducendo che “le aspettative dell’anno 2007 sono state disattese. Perseverare con l’uso di OpenOffice porterebbe ad ulteriori frustazioni. L’acquisto di ulteriori licenze Microsoft Office è quindi necessario per questioni di efficienza“.

Continua »

Tag: , , ,

IBM: il codice di Lotus Symphony per Apache OpenOffice

A pochi giorni dal primo rilascio ufficiale per Apache OpenOffice, messo ormai in ombra dal suo “concorrente” LibreOffice, sta per arrivare un’importante novità per la nota suite ex Oracle. IBM, tra i collaboratori di questa release, ha dichiarato tramite Kevin Cavanaugh che nella suite curata dall’Apache Foundation verrà incluso il codice open source di Lotus Symphony. “Apache OpenOffice 3.4″, continua Cavanaugh, “rappresenta un primo passo importante nella nostra strategia di evoluzione per Symphony”.

Continua »

Tag: ,

Lotus Symphony e OpenOffice: immagini

Tag: ,

Apache OpenOffice 3.4.0 disponibile per il download

Si apre un nuovo capitolo per la lunga storia di OpenOffice, la celebre suite per l’ufficio nata negli anni ’90 con la StarDivision, in seguito acquisita nel portfolio Sun e Oracle: a distanza di quasi un anno dall’arrivo di OpenOffice.org nella Apache Foundation, è stata finalmente annunciata la prima release di Apache OpenOffice 3.4, nata sotto l’egida di Apache, dopo la cessione da parte di Oracle avvenuta nel 2011:

Con la donazione di OpenOffice.org alla Apache Software Foundation, e specialmente al progetto Podling, è iniziato un compito scoraggiante: ridare energia ad una comunità e trasformare OpenOffice da un codebase di proprietà Intellettuale sconosciuta, ad una suite software collaudata sotto la licenza Apache.

Continua »

Tag: ,

Apache: OpenOffice 3.4 nei primi mesi del 2012

Dopo un periodo di silenzio, Apache Foundation ha condiviso con la comunità lo stato attuale di OpenOffice ed i piani relativi al 2012; pur dovendosi confrontare con un progetto già attivo (i rilasci di LibreOffice avvengono regolarmente), Apache Foundation sembra volersi prendere tutto il tempo necessario al “riavvio” del progetto.

Dalla lettera pubblicata sul blog della fondazione, infatti, appare evidente come Apache Foundation intenda consolidare il terreno prima di dare il via a nuovi sviluppi.

Continua »

Tag: ,

Il sindaco di Monaco per LibreOffice nel settore pubblico

La Francia non è l’unica a dare avvisaglie di un cambio d’aria nella pubblica amministrazione: il sindaco di Monaco infatti proprio negli ultimi giorni in una sua lettera aperta ha dichiarato come i computer degli enti pubblici europei abbiano la necessità di utilizzare LibreOffice od OpenOffice.

Christian Ude infatti, in qualità di primo cittadino della città tedesca, ha ricordato come in realtà più che il sistema operativo in sé utilizzato dalle macchine, sia importante l’apertura dei dati prodotti all’interno dei ministeri: a suo parere bisogna “rimanere aderenti all’uso di standard aperti e all’utilizzo di software open source”, dato che in questo modo la conoscenza pubblica può rimanere accessibile in maniera invariata anche per quanto riguarda il futuro.

Continua »

Tag: ,

IBM donerà il codice di Lotus Symphony ad Apache OpenOffice.org

In quella che dovrebbe essere una tranquilla estate, prosegue l’epopea di OpenOffice.org/LibreOffice: dopo la cessione alla comunità, il no alla riunificazione e il passaggio di consegne tra Oracle e Apache Foundation, IBM ha infatti annunciato la volontà di liberare il codice di Symphony, il suo fork di OpenOffice.

Nata nel 2007 sulla base di OpenOffice.org, Lotus Symphony si è sempre distinta dalla suite madre grazie a un’interfaccia radicalmente differente (simile a quella di Microsoft Office); pur essendo basata su codice open source, però, Symphony è sempre stata rilasciata come software closed source.

Continua »

Tag: , , ,

Document Foundation lancia la certificazione LibreOffice

The Document Foundation ha lanciato da ieri il progetto di certificazione per LibreOffice. Cinque le possibilità offerte:

  • migrazione;
  • integrazione;
  • sviluppo;
  • training;
  • supporto.

La certificazione sarà personale e le organizzazioni potranno conseguirla se avranno tre membri certificati in diversi settori. Con una persona certificata per settore si conseguirà il massimo livello: Migration Competence Center.

Continua »

Tag: ,