Tag Archives: pubblica amministrazione

Linux: il comune di Monaco ne promuove l’uso tra i cittadini

Il comune tedesco di Monaco di Baviera è stato uno dei primi ad adottare Linux sui computer della pubblica amministrazione locale, in seguito molti comuni in tutta l’Unione Europea hanno seguito il suo esempio migrando almeno parte del loro parco macchine a qualcuna delle distribuzioni Linux.

Tuttavia, adesso il comune di Monaco sta per avviare una nuova fase del suo progetto a favore di Linux, infatti a partire dal 2014 comincerà a diffondere CD della distribuzione Lubuntu per incitare il passaggio anche a livello domestico. L’obiettivo è evitare la rottamazione di milioni di PC, e quindi un aumento dell’inquinamento, che se usati con Windows possono risultare obsoleti o poco performanti. Senza contare che dal 2014 Microsoft ha fissato il termine del supporto a Windows XP dunque tutti i PC che ancora usano questa ventusa versione del sistema operativo di Microsoft saranno soggette a maggiori rischi per la sicurezza.

Continua »

Tag: , , ,

La regione dell’Estremadura passa a Linux

Buone notizie per il software libero, infatti un’altra regione europea ha deciso di iniziare la transizione della suo parco macchine al free software e alle distribuzioni Linux. Si tratta della regione dell’Estremadura in Spagna che già da anni adotta nelle scuole e nella pubblica amministrazione diversi software sotto licenza GPL.

Ma in questi mesi sono scattati alcuni decreti che danno il via libera alla conversione dei PC utilizzati dal settore pubblico a varie distribuzioni Linux sviluppate dalla regione stessa in modo tale da non avere problemi con gli aggiornamenti e per adattarsi alle varie esigenze degli uffici, ad esempio è stata sviluppata Linex da utilizzare negli ospedali e Sysgobex da utilizzare negli uffici della pubblica amministrazione locale.

Continua »

Tag: , , ,

Il governo britannico spinge nuovamente verso l’open source

Bandiera Regno Unito

A distanza di alcuni anni, dopo una prima presa di posizione a favore dell’utilizzo di strumenti open source nella pubblica amministrazione, il governo britannico ha recentemente aggiornato la propria politica in relazione all’uso e alla promozione di software libero e standard aperti. La notizia è stata riportata da The H ed è stata poi ampliata con un approfondimento da parte di Computer World.

Dal 2004 ad oggi, nel Regno Unito questa scelta ha portato all’utilizzo di strumenti open source in diversi settori della pubblica amministrazione, in modo particolare per quanto riguarda i servizi Web, con una diffusione notevole del Web server Apache, e nel servizio sanitario nazionale (NHS, National Health Service).

Continua »

Tag: ,

Obama: presidente open source?

Un articolo apparso sul sito della BBC ha rivelato che l’amministrazione Obama avrebbe chiesto a Scott McNealy, cofondatore di Sun, un dossier riguardante i vantaggi dell’utilizzo del software libero all’interno della Pubblica Amministrazione statunitense.

Nettissima la posizione di McNealy:

il segreto per una amministrazione più sicura e produttiva passa attraverso tecnologie e prodotti open source.

Continua »

Tag: , ,

Nuove iniziative dall’Osservatorio Open Source

Durante la conferenza stampa di mercoledì 16 maggio il ministro per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione, Luigi Nicolais, assieme al presidente del CNIPA, Livio Zoffoli, ha presentato le nuove iniziative dell’Osservatorio Open Source, nato dalla direttiva del 19 dicembre 2003 (G.U. 7 febbraio 2004, n. 31).

La principale funzione dell’Osservatorio è di essere:

…catalizzatore delle “best practice” e della conoscenza in materia di open source.

Esso vuole quindi raccogliere le varie esperienze della pubblica amministrazione nell’uso di software open source.

Continua »

Tag: ,